Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!
Cosa c'è di nuovo?
The crown of the skies - The comet Hyakutake

The crown of the skies - The comet Hyakutake

3.571 60

Carmelo Zannelli


Free Membro, Palermo

The crown of the skies - The comet Hyakutake

La cometa Hyakutake (designazione ufficiale C/1996 B2) fu scoperta nel gennaio 1996, e passò molto vicina alla Terra nel marzo di quell'anno. Questa mia foto fu per l'appunto scattata alla fine del marzo 1996 (non ricordo più con precisione il giorno, ma se qualcuno fosse curioso potrei ricercare). Fu soprannominata la Grande Cometa del 1996, in quanto si trattò di uno degli approcci cometari più vicini alla Terra dei precendenti 200 anni, tanto che la cometa appariva molto luminosa nel cielo notturno e fu vista da un gran numero di persone in tutto il mondo. La cometa attirò temporaneamente su di sé più attenzione della molto attesa cometa Hale-Bopp (passata vicino a noi nel 1997 - vedi: ), che si stava avvicinando in quel periodo al sistema solare interno, sebbene la Hyakutake raggiunse il suo culmine di luminosità solo per pochi giorni. Questa mia ripresa, effettuata dai 1650 m. di Piano Battaglia (sui monti delle Madonìe) la ritrae in luce integrale nella zona del nucleo e della chioma, con un inizio della lunghissima coda. Uno degli spettacoli in assoluto più grandi a cui io abbia assistito nella mia vita di astrofìlo è stato proprio questo: la cometa era talmente grande e luminosa che era più evidente della Via Lattea (la nostra galassia) e lunga circa 70° o forse 80° ( ! ), andava dalla estrema sinistra della costellazione del Boote alla destra del Grande Carro o Orsa Maggiore. Uno spettacolo impressionante che MAI dimenticherò. Infatti sul mio telescopio erano montati "solo" 5 corpi macchina con svariati obiettivi, dal super wide, al tele, al telescopio. Qui vi mostro solo quella a maggior risoluzione, fatta tramite il telescopio.
Un particolare: le stelle sono risultate delle linee, poichè il moto proprio della cometa era più veloce e trasversale rispetto a quello apparente delle stelle e, per far in modo che venisse fedele a quanto appariva, ho dovuto pilotare l'inseguimento dei motori della montatura del telescopio manualmente, sul nucleo cometario molto luminoso. Se, al contrario, avessi "guidato" come sempre si fa sull'apparente moto stellare, la cometa sarebbe risultata molto mossa, con perdita di dettagli e informazione.

Dati Tecnici:
Telescopio riflettore Newton D=130mm. F=720mm. (F/5,5) su montatura Vixen Super Polaris
Reflex Nikon FM-2
Pellicola: Fuji Super HG-400 ipersensibilizzata in forming gas
Posa: 15 minuti
Elaborazione: Photoshop CS-2

Ringrazio tantissimo Maricla Martiradonna per la proposta in galleria, lei che ha sempre così tanto apprezzato e sostenuto questo genere di foto: grazie Maricla! Comunque vada è per me una grande gratificazione..

Commenti 60