Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!
I marciapiedi del male

I marciapiedi del male

531 1

I marciapiedi del male

Tratto dalla raccolta poetica
La porta sull’infinito

Titolo: I marciapiedi del male

La musica viaggia su fili invisibili mossi dal vento dei ricordi. Note profetiche danzano su spartiti ingialliti dal tempo. L’arte del suono è solo l’inizio di una sinfonia scritta nelle stelle e raccontata al vento dei ricordi.
È così che io respiro sorridendo all’universo , invento i giorni e le parole per diffondere la gioia che ho nel cuore. Girano lievi, mosse dal vento, le corolle dei girasoli in fiore illuminate dal sole, gabbie e scrigni dorati davanti alla naturalezza delle cose sono inclini a disperarsi per l’andirivieni giocoliere di cori, di voci, di storie, di stratagemmi. La natura è la sola risposta naturale alle invenzioni urbane che pullulano sui marciapiedi del male.

Commenti 1