Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

fotocommunity.it


Community Manager

"Senza Titolo" di Carlo Atzori

Tempo: 1/400
Diaframma: f11
ASA: 200
Obbiettivo: 70/300@300
Exposure: Manuale
Misurazione: Pattern

Carlo Atzori

Commenti 12

  • Carlo Atzori 17/02/2011 22:01

    Qualcuno ha capito lo spirito di questa foto, qualcuno no, quindi è una foto riuscita in parte....ma era mia intenzione metterla in discussione, non perchè la ritengo un capolavoro, ma perchè è nata osservando dei gesti di un padre verso il figlio......non so se avesse le bollette da pagare a fine mese, non credo che fosse all'interno di questo sguardo, io ho visto solo l'amore di un padre per il figlio, nient'altro.
    Grazie a tutti per i commenti, a fovore o no....a questo serve Agorà, per mettersi in discussione, capire se le intenzioni del fotografo arrivano davvero a chi guarda la foto.
    Carlo Atzori
  • Arnaldo Pettazzoni 29/01/2011 8:42

    Ho scritto che esiste un pregio in questo scatto, pregio sottolineato da Francesco che condivido pienamente. Personalmente ritengo la fotografia anche memoria, semplice ricordo, può evocare fatti di umanità e sentimenti personali che vanno oltre la ricerca astratta fine a stupire,
  • Francesco Torrisi 28/01/2011 23:50

    Signori che vi posso dire...a me suscita ricordi ed emozioni provate in prima persona.
    Giusto qualche giorno fa con mia moglie ci siamo ritrovati, guardando il nostro "ragazzino" di appena un metro ed ottanta, a ricordarci vicendevolmente cose, fatti e situazioni non poi così lontani nella nostra memoria, arrivando indietro con i nostri ricordi ai quasi 60cm della nascita di nostro figlio...
    Questa foto (per nulla astratta), forse perchè ho vissuto più volte situazioni simili (ho ancora nel garage di casa sacchetti di sassolini raccolti ed uno più grande come fermacarte sulla mia scrivania in ufficio), mi stimola quelle considerazioni che ho descritto nel mio primo intervento.
    Forse è nel giusto chi vede in questo scatto il "nulla"...forse lo è chi riesce ad evocare le bollette del telefono...fino ad arrivare alle mie sensazioni. Forse è giusto tutto questo contemporaneamente, forse ha torto qualcuno di noi che non vede oppure ha torto chi vede ciò che non c'è.
    Il bello è che alla fine c'è gente che si ferma per svariati minuti davanti ad un cerchio rosso su un fondo nero al Guggenheim o davanti un taglio su una tela lasciata bianca del Fontana...io sono l'ultima ruota del carro...il rincoglionito di turno che si ferma a ricordare sensazioni, attimi...sassolini passati di mano in mano tra me e i miei figli davanti a questo semplice scatto. Punto.
    Io purtroppo sono stonato ed una semplice nota non mi dice nulla, di sicuro tra voi c'è chi con una semplice nota riesce ad evocare una intera sinfonia.

    Sotto l'aspetto tecnico non ho proferito verbo contrariamente alla mia solita abitudine di farlo e continuo volutamente a tacere.

    Mi scuso con l'Autore se ho involontariamente portato parte della discussione dal suo scatto al mio intervento, non era nelle mie intenzioni.
  • antonio rolandi 28/01/2011 17:33

    Sto con dm.fe e laura
  • laura fogazza 25/01/2011 17:45

    ...concordo pienamente con Claudio , Arnaldo e Dimitrij....

    eeeechììììù!......scusate mi sono raffreddata.....

    :DDD
  • Arnaldo Pettazzoni 25/01/2011 12:45

    Sia Dimitry che Allia hanno ragione, nel mio commento precedente parlavo di orrizzontale e mi riferivo al taglio o inquadratura appena superiore la mano del genitore, visione personale, evidenziando solo il gesto del padre e la totalità dell'ombra che anchessa ha rilevanza , sia estetica che comunicativa.
    Purtroppo sono incapace di pubblicare l'esempio visivo come in tanti fanno......, spero comunque di essere capito
  • Francesco Torrisi 24/01/2011 23:25

    dmitrij da quanto tempo non esci a fare due passi con tuo figlio?....non fare passare troppo tempo...il cuore è un muscolo...serve tenerlo allenato... ;o)
  • Carlo Pollaci 21/01/2011 19:56

    Se gestita con meno enfasi - leggi in modo più "naturale" - la simpatia della situazione poteva tradursi in una foto tutto sommato gradevole (ma a mio parere nulla di più di questo).
    Invece i sassi (maschera di contrasto eccessiva?) bucano, con la loro eccessiva nitidezza lo schermo, in definitiva distogliendo l'attenzione dai soggetti.

    PS: l'italiano di Dmitrij è molto migliorato (ah la potenza di fc !!!).
  • dm.fe 21/01/2011 13:05

    scena vista e rivista, solita insomma, nessuna novità ... è poi priva di profondità, precipitata e confusa. non riesco a leggere simbolismi allusivi a passaggi generazionali. il bimbo gioca con sassi, l'adulto li dà. tutto lì.
  • Francesco Torrisi 20/01/2011 20:29

    Mi piace questo dialogo silenzioso, fatto di gesti, di piccole cose, in questo caso di un semplice sassolino.
    Ma sembra più un passaggio di un testimone, di affetti, di conoscenze...il fine ultimo della nostra vita...la continuità.
    Sui nostri figli si concentrano le nostre attenzioni e le nostre speranze di continuità, tutti i sentimenti, affetti e conoscenze che riusciremo a trasferire a loro sopravviveranno a noi stessi. Il passaggio anche di un piccolo sassolino può essere un buon inizio.
    Complimenti autore.
  • Arnaldo Pettazzoni 20/01/2011 14:12

    Esiste un pregio.....a mio parere penso passi sopra al fatto tecnico...e mi riferisco al senso intimo di questa foto...senso espresso da Giovanni Battista, che condivido , quel sasso che passa di mano....è l ' anima comunicativa di questa foto.
    Tecnicamente si rimedia sempre, sia nel taglio, sia nelle saturazioni, taglio che io avrei visto in orrizontale,bhè!!!! poco importa, questa è scuola di tecnica che all'autore... se lo ritiene giusto... può sempre a sua discrezione considerare o non considerare, sono solo punti di vista ... però a mio avviso direi importanti.
    Molto più importante è l'essenza....quella non si può modificare
  • pesce chiara 20/01/2011 13:33

    molto bella l'immagine, peccato per l'ombra tagliata e per i sassi troppo luminosi...

Informazione

Sezione
Clic 1.656
Pubblicato
Lingua
Licenza

Exif

Fotocamera NIKON D70
Obiettivo 105
Diaframma 11
Tempo di esposizione 1/400
Distanza focale 300.0 mm
ISO 200