Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

Luigi Masini


Free Membro, Roma

la storia illustrata

assemblaggio con photoshop di alcuni bassorilievi che sono scolpiti sull'arco di costantino .
subito dopo la scannerizzazione dei negativi queste immagini le ho viste come una sequenza fotografica .
pentax MX pellicola a metraggio 100 ASA zoom 35- 200.

potevo anche allineare le cornici ma la realtà non è così perchè sono pezzi presi in vari punti e non sono uniti in questa maniera , isomma avrei alterato la realtà invece così si notano perfettamente non essendo allineati e sono solo delle immagini che si susseguono .
i primi due da sinistra lateralmente hanno delle statue mentre gli ultimi due sono proprio così come si vedono e le cornici sono diverse dagli altri due perchè sono in un'altro livello.
non mi sembrava esteticamente valido incorniciarli singolarmente e separarli così ho scelto di assemblarli non allineati .
saluti luigi

Commenti 7

  • Giorgio Ranieri 06/09/2007 17:08

    Splendida ripresa storica e tecnica.
    Complimenti.
  • Pascal Viyer 29/08/2007 18:22

    Les Prétoriens !!
    amitié, Luigi
    p^v
  • Ivan Zuliani 21/08/2007 21:02

    Esprimo tutta la mia ammirazione per l'idea e per la realizzazione di un lavoro veramente encomiabile.
    Alla Grande Luigi, a presto, Ivan.
  • Roberto Clementoni 21/08/2007 18:55

    Bello il B/N, molto ben curato!
  • Marco Agazzi 21/08/2007 16:02

    Si hai ragione queste sculture sono paragonabili ai nostri giornali illustrati, anzi ai libri di storia.
    Un modo monumentale di tramandare ai posteri le gesta degli imperatori classico delle civiltà evolute.
    Ottimo assemblaggio!

    Marco:)
  • colours 20/08/2007 23:34

    I like it so much, beautiful b/w piece of temptation, TOM
  • Bruno Fontana 19/08/2007 20:07

    Ottimo lavoro, bravo
    ciao, Bruno