Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?
" in vacanza " Stefano G. Spedicato

" in vacanza " Stefano G. Spedicato

2.629 25

fotocommunity.it


Community Manager

" in vacanza " Stefano G. Spedicato

Dati di scatto

obb.24-85@68mm
ISO 200
f/6,3
1/125




---------------------------------
Grazie a Stefano G. Spedicato ..... lo staff fotocommunity.it

Commenti 25

  • Stefano G. Spedicato 20/10/2012 11:51

    ciao a tutti
    ringrazio tutti i partecipanti
    alla discussione e allo staff
    che ci dedica tempo e pazienza :-)))
  • fotocommunity.it 14/10/2012 16:25

    l'autore allega la foto 2 di "in vacanza" ed aggiunge

    seguendo i dettami dei "consigl"i da alcuni espressi " togliere la griglia, no al cielo bianco, togliere tutto il contorno e lasciare solo il lunotto eccc
    ho elaborato questa immagine., che ha mio
    parere non rende quello che volevo esprimere.
    in vacanza2
    in vacanza2
    fotocommunity.it
  • gaetano raimondo 12/10/2012 17:55

    Ottimo scatto. Simpatica idea.
  • Francesco Torrisi 11/10/2012 23:55

    azz...ho dovuto mettere gli occhiali da sole con tutta sta luce !!!!!!
  • Arnaldo Pettazzoni 11/10/2012 18:25

    @ autore.....buona luce anche a te:-)
  • Donato Palumbo 11/10/2012 17:26

    INTERVENTO DELL'AUTORE

    ragazzziiiiiiiiiiiiii
    quello che ho scritto
    "poi ci sono le antipatie e le simpatie come nella vita, ma questo c'è in tutti i siti di confronto fotografico :-)) "

    non VUOL dire che su Agora' succede cio'.
    visto che nessuno sa chi è l'autore,ovviamente,

    era la fine di un concetto che ho espresso.
    xcio' Arnaldo e L.apprendista spero di aver chiarito :-)))
    ciao a tutti e buona luce.
  • Arnaldo Pettazzoni 10/10/2012 23:24

    autore@
    .....posso condividere la tua opinione sulle regole
    .....posso condividere che è nella globalità di una
    immagine l'analisi corretta
    .....posso condividere la tua considerazione sul bello
    ......posso condividere tutto..... tranne una cosa...l'antipatia
    .....io non so chi sei.
  • Carlo Pollaci 10/10/2012 23:07

    Credo che l'Autore, col suo ultimo intervento, abbia chiuso la discussione.
    Tranne tre-quattro, tutti gli intervenuti hanno tessuto le lodi di questa (per mio personale parere) "foto / non foto". Quindi, per il ragionamento che ha esposto, ha di che essere soddisfatto.
  • Donato Palumbo 10/10/2012 21:58

    INTERVENTO DELL'AUTORE

    ciao a tutti
    x me le regole in Fotografia servono o non servono a seconda di quello che uno vuol fare.
    il bianco del cielo è dovuto ad un'accentuazione dei livelli x far risaltare il mare e i colori dell'uomo.
    certo puo' piacere o no ,x me la foto si guarda in toto e non nei particolarismi, poi uno sceglie il suo modo di valutare un'immagine.

    Francesco ha il suo punto di vista che mi trava d'accordissimo nella sua frase"...tenendo anche conto di eventuali segni negativi per poter arrivare ad una valutazione globale dello scatto."
    secondo me le fotografie sono a sensazione
    non esistono brutte o belle, o piacciono o no.
    poi ci sono le antipatie e le simpatie come nella vita, ma questo c'è in tutti i siti di confronto fotografico :-))
    buona luce a tutti.
  • Francesco Torrisi 09/10/2012 17:40

    @ Franco
    Sono il primo a scherzare...trovi questa porta sempre aperta... :o)
  • Franco Del Conti 09/10/2012 13:00

    @ Francesco
    Certamente, credimi, era senz'altro un complimento, la tua analisi era corretta e la condivido pienamente, solo che io non riesco a passare sopra a determinate cose che per me sono dei punti fermi. Faccio fatica ad andare oltre a questi "paletti", alla ricerca di una visione diversa, alternativa.

    Anche io sono molto legato alla tecnica, alle regole basi della fotografia, che dovono essere il bagaglio culturale, o come si usa dire "lo zoccolo duro" di ogni buon fotografo.
    Sempre quando scatto una foto... o meglio quasi sempre, vado ad attingere a queste mie conoscenze (poche in verità ) quando devo ottenere delle immagini corrette, che si avvicinino, un poco almeno, alla mia idea di perfezione, nel limite delle mie capacità chiaramente.

    Questo mio forte legame con le regole e la tecnica credo sia la ragione della mia incapacità di guardare oltre, e di avere magari una visione più completa.

    Per il momento rimango ancora fermo sulle mie posizioni forse in futuro chi lo sa.
    Spero che non te la sia presa se mi sono permesso di scherzare con te. :)
  • Francesco Torrisi 08/10/2012 23:13

    @ Franco,
    grazie per l'appellativo di avvocato...era un complimento?...opure no... (heheheh)

    Abbiamo analizzato due questioni differenti: una è la lettura, l'altra è la tecnica utilizzata.

    Sono due cose differenti che spesso si sommano aritmicamente tenendo anche conto di eventuali segni negativi per poter arrivare ad una valutazione globale dello scatto...ma, altre volte, prendono due strade ben distinte che possono portare a due valutazioni opposte. Quante foto di grandi autori dopotutto lo hanno fatto nel passato....fotograficamente sbagliate ma che tutti hanno ben fissate nella memoria....anche se, a loro, a questi grandi Autori tutto si può perdonare...

    Solitamente sono molto legato a quel poco che so di tecnica fotografica, per me molto più "rassicurante" in quanto composta da "regole"..materia decisamente più terrena e alla mia portata...

    Questa volta non so perchè mi sento di dare più peso alle sensazioni ignorando la vocina che usualmente mi tiene legato al "terreno"...
    Di fatto non è mia abitudine farlo...motivo di più per convincermi che comunque questo scatto ha una sua forza che lo affranca dalla forza gravità che lo vuole fermamente vincolato alle "regole"...
    Almeno per me.
  • Franco Del Conti 08/10/2012 22:08

    Nonostante la bellissima arringa dell ' avvocato Torrisi (scherzo eh) a difesa di questa immagine, non riesco proprio a farmela piacere.
    E non solo per l ' interno della cornice che se fosse stato a fuoco sarebbe risultato troppo banale e insignificante ma per altri motivi che nel mio primo intervento ho volutamente omesso.
    Nella mia prima lettura dell ' immagine avevo visto il lunotto posteriore come una cornice perché la quasi totalità della macchina non rientra nel rettangolo fotografico e anche perché è molto più scuro di tutto il resto. Ora se io delimito uno spazio con dei bordi scuri la logica mi dice che voglio attirare l ' attenzione all ' interno di questi limiti, significa che voglio che si presti maggior attenzione al contenuto della cornice e con una visione secondaria io possa individuare attraverso quale cornice io sto guardando.
    Ma se all ' interno non c'è niente di veramente chiaro, allora non ho raggiunto il mio scopo, e per me la foto é sbagliata, non andava fatta.
    Non capisco perché rendere così sovraesposto il bianco della carrozzeria, così sparato, pelato.
    E poi il cielo sbiancato malamente così pure l ' orizzonte ritoccato diciamo un po ' rozzamente.
    Questo per me non è cercare il pelo nell'uovo o sottilizzare sui livelli per me é quello che fa la differenza tra una foto bella o sbagliata.
    Io non penso che i maestri della fotografia avrebbero consegnato i loro negativi a un mediocre stampatore.
    Ad ogni modo non voglio convincere nessuno, e tantomeno affermare di avere la verità in tasca, ho notato anche che a molti la foto é piaciuta tanto e quindi é probabile che di fotografia non ne capisca molto o che la mia visione della fotografia sia vecchia e sorpassata. Può essere perché no.
    Franco


  • Francesco Torrisi 08/10/2012 14:07

    Scusate se intervengo nuovamente e più specificatamente sotto il profilo interpretativo tralasciando l'aspetto tecnico già trattato da altri nei precedenti interventi.

    La griglia tipicizza la vettura...la mitica 500, il mezzo con cui buona parte dell'Italia arrivava al luogo tanto agognato e sognato delle vacanze (al mare)
    Credo che solo pochi avrebbero capito l'auto dai rimanenti pochi dettagli, in questo caso anche mia moglie, che individua l'auto perché ha 4 ruote uno sterzo e fa brumm brumm ed oltre non va, riuscirebbe a capire di che auto si sta parlando...grazie a quelle griglie.

    Perché ha per me valenza riconoscere il tipo d'auto (così come penso sia stato voluto dall'autore)?

    Perché fa parte della nostra recente storia, perché é stato il sogno...l'immaginario collettivo di una buona fetta di popolazione italiana. Perché é stato il mezzo che ci ha ospitato lungo la strada del raggiungimento del nostro benessere sociale.
    Perché dentro una 500 tutti ci abbiamo poggiato le nostre chiappe almeno una volta nella nostra vita...non ne sarei altrettanto sicuro per gli altri modelli e marche

    Perché mi sta bene che non sia a fuoco la spiaggia ed il mare?... Perché sarebbe stato un altro scatto con altre sensazioni...sarebbe stato un panorama visto attraverso un lunotto piuttosto che una finestra...una spiaggia piuttosto che una valle montana...sarebbe stata "quella" spiaggia e non più "una" spiaggia...perché così racconta una storia più bella...

    Io infatti ci leggo la storia della nostra Italia post-guerra, il periodo di vera crescita e della conquista del benessere sociale, dove grazie ad un immenso esercito fatto di 500 si arrivava a godere delle fatidiche "ferie" (luoghi che, per luogo comune, si generalizzavano anche cinematograficamente sugli infiniti km di spiagge della nostra penisola).

    Perché alla fine anche le laboriose formichine avevano la possibilità, per poche settimane all'anno, di sapere cosa si provava ad essere cicale.

    A me questo scatto racconta questo...non mi serve vedere il tetto (non mi aggiungerebbe nulla di più), non mi serve levare la griglia (che mi da lettura immediata di cosa sto guardando) e tanto meno mi interesserebbe vedere in chiaro in che spiaggia sono andato...se il mare era pulito...se c'erano alghe o meduse...

    Questo scatto mi racconta quindi delle 500 e dei sogni di noi italiani...e non di una determinata spiaggia vista attraverso un anonimo lunotto...

    Questo scatto mi racconta un buon paio di decenni della nostra recente storia...non mi sfiora minimamente leggerlo come un normale 'panorama"...

    Questo scatto se fosse stato mio l'avrei intitolato..."Come eravamo"...forse per altri il giusto titolo da mettere sarebbe..."Siamo stati qui"...

    Scusatemi questo secondo intervento sulla questione interpretativa, credo che Agorá debba servire anche a chi partecipa, per acquisire e prendere nota delle varie letture che si possono dare allo stesso scatto, cosa che non avevo espresso nel mio primo intervento rendendolo quasi inutile e superfluo...
    Ognuno di voi poi tirerà le proprie conclusioni.

Informazione

Sezione
Clic 2.629
Pubblicato
Lingua
Licenza

Exif

Fotocamera NIKON D200
Obiettivo ---
Diaframma ---
Tempo di esposizione ---
Distanza focale ---
ISO ---

Preferite pubbliche