Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!
Quando avevamo veramente tanto da dirci...

Quando avevamo veramente tanto da dirci...

2.256 16

rita gram


Free Account, Formello

Quando avevamo veramente tanto da dirci...

Piccola storia del gettone telefonico
***************************************
Prima del voip, prima delle pre-pagate, prima dei cellulari, prima della T.U.T. prima di Internet …… prima di tutto … per comunicare in tempo reale con persone distanti fisicamente senza il proprio telefono di casa, c'erano le cabine telefoniche, c'era la SIP (già STIPEL) e c'erano i gettoni telefonici.
Proprio lui, quello strano disco con scanalature che ci ha accompagnato per 75 anni. Sempre nelle nostre tasche, mescolato con le monete e pronto ad essere usato per una telefonata o per sostituire la mancanza degli spiccioli, con un suo valore riconosciuto, anche se non indicato (50 lire fino al 1979, 100 lire fino al 1984 poi passato definitivamente a 200 lire), perché non aveva alcun valore ufficiale di conio statale.
I primi esemplari di gettone furono coniati nel 1927 ad opera della Stipel, concessionaria del servizio di telefonia in Piemonte e Lombardia, in occasione della Fiera Campionaria di Milano ed erano in alpacca, (lega di rame, nichel e zinco) o in bronzo e potevano essere utilizzati solo dai telefoni posti all'interno della Fiera.
Nel 1945 la TETI realizzò il primo gettone a tre scanalature che poteva essere utilizzato in qualunque tipo di telefono pubblico. Nel 1959 nacquero i gettoni utilizzati fino al 2001, anno in cui sono stati ritirati (maledetto euro).
Ma cosa c’entra tutto questo con gli anni 80? Semplicissimo fu proprio a partire dal 1980 che la Sip smise di coniarli. Una curiosità le quattro cifre presenti sotto la dicitura gettone telefonico indicavano l'anno e il mese di conio (le quattro cifre del gettone es: 7801 e indicano che è stato coniano nel gennaio 1978).

Su suggerimento di alcuni amici ho cambiato il titolo della foto

Commenti 16