Mostra online di Francis Red "Elena - Loving Car"

Mostra online di Francis Red "Elena - Loving Car"

2.440 4

Mostra online di Francis Red "Elena - Loving Car"

Fotografie di Francis Red
Interprete: Model Elena Nastase

Commenti 4

  • Donata Casiraghi 19/12/2008 18:51

    "Voglia di partire": questo ho colto nella serie di fotografie di Francis, e voglia di farlo con tutto di sè stessi: una favola - qui in chiave attuale per quanto riguarda il linguaggio descrittivo, ma dal tema tanto caro all'Uomo di sempre.
    Una giovane donna dall'aspetto di una "pin up", si rivolge verso lo spettatore per l'intera sequenza di immagini.
    La location che fa da sfondo alla protagonista è costituita in una prima fase delle immagini dalla facciata di un'abitazione alle spalle del soggetto.
    Elena dimostra carattere nell'interpretare con lo sguardo e con il modo di atteggiarsi del corpo, una sorta di sfida nei riguardi dell'osservatore.
    I suoi occhi tuttavia non ci parlano di una semplice provocazione, come apparentemente suggerirebbe il look (camicetta trasparente con maniche "ad ali", e hot pants "rockglam"). Ci invita, o meglio, ci forza quasi, a seguirla, forse a portarla via - oserei dire con una nota di drammaticità.
    La vettura è pronta per il viaggio - verso dove non ha importanza. La grinta espressa da Elena (per esempio quando si pone seduta al posto di guida con i piedi ai lati del volante) formula una forte intenzione di partire. Con lei. Con la forza di un motore potente. Con tutta la sua sensualità.
  • Sergio Pessolano 17/12/2008 18:54

    Ottimo lavoro, bel cromatismo.
  • Gaetano Ficara 17/12/2008 15:12

    Bravo Francis, un ottimo lavoro......bella la modella, godibili le pose, eccellente la qualità delle immagini.....
    Ci sono tutti gli ingredienti in questo tuo lavoro per affermare, senza timore di essere smentiti, che la mostra avrà un successone...
    un caro saluto,
    Gae
  • Paolo Rafficoni 16/12/2008 16:34

    Complimenti Francis, ottimo lavoro molto godibile.
    Bella e tenebrosa la modella.
    Un caro saluto
    Paolo Rafficoni