Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Mostra online di Francesco Torrisi: "Etna"

Mostra online di Francesco Torrisi: "Etna"

5.124 56

Mostra online di Francesco Torrisi: "Etna"

Da siciliano, ma soprattutto da catanese, non posso non aprire gli occhi ogni mattina e salutare il "Gigante Buono".
E' così che noi, che viviamo alle sue pendici, chiamiamo il nostro vulcano Etna.
L'Etna è viva, noi lo sappiamo bene.
Lo sentiamo sotto i nostri piedi: vibra, sussulta e trema.
Lo sentiamo con il nostro udito: brontola, esplode ed urla.
Lo vediamo con i nostri occhi quando, fumando, si prende una pausa di riflessione.
Lo sentiamo sulla nostra pelle quando cerca di nascondere le nostre malefatte sotto una spessa coltre di cenere.
Noi l'amiamo sempre e comunque.
La Sicilia è per sua natura un miscuglio di contrapposizioni, cominciando da noi che l'abitiamo, passando ai colori, ai suoni e gli odori.
Poche culture e popoli, alla stregua di noi siciliani, riescono a rappresentare perfettamente gli "opposti": il bene ed il male, il bello ed il brutto, il buono ed il cattivo, il dolce e l'amaro, la creatività e l’indolenza…
Nel fare una di queste cose, noi semplicemente esageriamo.
Ecco perché un siciliano lo riconosci sempre ed ovunque, lo abbiamo nel sangue, ci facciamo sempre notare in un modo o nell'altro.
L'Etna è tutta un'altra storia.
Pur essendo in Sicilia è fatta di tutt'altra pasta. La sua roccia lavica è sua soltanto, il resto della Sicilia è fatta di altra materia.
Lei è una vera Signora. E’ discreta. Non è vanitosa e non ama mostrarsi con colori accesi.
Io personalmente l’ho sempre incontrata vestita di scuro.
Solo raramente fa uno strappo alla regola e si mostra con il suo bellissimo cappello bianco fatto di candida neve.
Ma attenti a non fare arrabbiare i buoni.
La furia devastante dell'Etna trova la sua forza nella profondità delle viscere della Terra, ed eccola che in un semplice attimo mostra tutta la sua ira eruttando fiumi di lava incandescente.
Ma anche la sua rabbia è discreta. Indomabile. Inflessibile. Ma sempre discreta.
Ti lascia il tempo di capire, riflettere e metterti in salvo.
Finora ha sempre fatto così.
Speriamo di non farle cambiare idea.

Questo è il mio piccolo tributo alla nostra Etna, in bianco e nero, senza colorati sfarzi, ma con le tinte ed i toni che so che ama indossare nei suoi momenti migliori. E’ il mio racconto visivo con una chiave di lettura discreta e distante.
Credo che solo così l'Etna gradisca che si parli di lei e mi perdoni per averlo fatto.
Dopo tutto lei è sempre una Signora.
Francesco Torrisi

Commenti 56

  • Gianluca Guarrera 16/02/2011 19:08

    da Catanese non posso che ammirare queste stupende foto e farti i complimenti per aver mostrato a tutti, nel miglior modo, la nostra splendida signora...
  • Gaetano Ficara 24/03/2010 22:49

    Francesco, siciliano vero comprende che i luoghi a lui cari hanno un anima.....Lo asserivano i suoi progenitori oltre due millenni fa venuti dalla Grecia di Omero. La montagna, l'Etna, "u Mongibeddu", come lo chiamano i siciliani, esprime un fascino particolare e misterioso. La luce che per millenni ha illuminato la vivida pietra lavica, e la notte spesso abbagliata dalle colate laviche, sono componenti essenziali per lo sguardo del fotografo che riesce a penetrare oltre quest'aura di mistero e incanto. La skyline della montagna che molto spesso vediamo nelle sue opere, non è sempre la stessa, varia col variare del paesaggio circostante...dal mare, dai pendii dei campi, dai paesaggi bruciati, dalle distese di lava ormai fredda e scura. Le sue foto fanno breccia nelle nostre anime, ci fa sentire l'essenza del grande vulcano attraverso questo magnifico "racconto" per immagini, con momenti irripetibili, fissati con uno splendido bianco/nero. Le ho gustate tutte e affiorano nella mia memoria, le escursioni sul suo declivio, al termine del quale uno scenario di incomparabile bellezza ci ripagava della fatica.
    Bravo Francesco e grazie per averci proposto questo spettacolo.
    Gae
  • Elisabetta Giampiccolo 09/02/2010 13:40

    Fotografie meravigliose. Complimenti da una geologa che adora l'Etna!
  • laura fogazza 24/11/2009 17:37

    veramente delle bellissime immagini.....una mostra molto bella davvero!!
    laura
  • manlio agrifoglio 03/11/2009 14:50

    Complimenti!!!!!
    commentando una sola foto mi sono espresso con slplendida, giudicando tutta la mostra non posso scrivere che : SUPERLATIVA... issima.
  • Emilio Sirletti 07/10/2009 21:56

    Un lavoro superbo, il soggetto meritava la passione con cui tu hai trattato l'argomento. Perchè è il tuo amore per questa terra che emerge con forza dai tuoi scatti. Sei riuscito a fondere il bianco e il nero, cogliendo la drammaticità e la serenità dei luoghi. Mi hai emozionato, grazie.
  • Marco Polticchia 30/09/2009 10:33

    complimenti Francesco....gran bella....ottimo lavoro!!
  • Massimiliano Pugliese 21/04/2009 9:58

    L'ho vista solo adesso la tua mostra...complimenti, foto ben fatte, ben gestite nel BN e coerenti tra loro...bravissimo!
  • Francesco Montingelli 13/04/2009 19:19

    Francesco i mie compliemnti per questa mostra fotografica, che racchiude una perla dopo l'altra e che nei suoi bianchi e nei suoi neri è sempre affascinate enon stanca mai.

    Complimenti, Francesco.
  • giancarlo crocicchia 19/03/2009 18:02

    Caro Francesco io le tue foto le avevo già viste al tempo e mi erano piaciute. Un ottimo percorso fotografico, con spunti di vera mediterraneità , grande l'idea del B&W , che dona fascino ed eleganza a tutta la mostra. Complimenti
  • Andrea Minichini 24/02/2009 10:50

    ...è in questi neri...la Sicilia di Francesco...
    ..bruni di fascino.. dove l'immaginazione accompagna all'intuizione del..Mistero...che da sempre appartiene alla sua isola....lì nacque..
    ...inafferrabile....inconfinabile....multipla
    ...eppure unica.
    ..bellisssima serie...complimenti sinceri.
  • Francesco Liberti 02/02/2009 1:00

    un'interpretazione interessante, fuori dagli schemi.
    piacevole il B&W.
    gradevole la luce.
    OK+++++++++++
  • Giuseppe Manganaro 31/01/2009 12:25

    Non potevo mancare, da catanese, da amico ma soprattutto da ammiratore!!:-)
    Non è facile fotografare " la bella signora", già ripresa milioni di volte, senza cadere nel già visto. Tu esci da questa trappola in maniera disinvolta, e ci regali fotografie di grande raffinatezza e poesia, fotografie soltanto tue!!!
    Con stima e amicizia
    Giuseppe
  • Sergio Pessolano 27/01/2009 21:19

    Complimenti. Bianco e nero di gran classe.
  • BRUNO AURISICCHIO 24/01/2009 9:10

    Tutte le immagini risultano gradevoli ed interessanti.Se mi consenti traspare l'amore per la tua terra.I miei più vivi complimenti anche se...con ritardo.Bruno Aurisicchio.Bari.