Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Le Chiese di Roma: "fuga di Cupole"

Le Chiese di Roma: "fuga di Cupole"

6.080 24

Mauro Stradotto


Basic Membro, Roma

Le Chiese di Roma: "fuga di Cupole"

Dalla terrazza di Castel Sant'Angelo si può giocare a contare chiese e cupole.

"La cuppola è un pallone
ancorato sul tetto
chi è che l'ha gonfiato? L'architetto
e lo fa seccardino o burraccione
seconno er fiato che se trova in petto.

Abbotta le ganasse Borromini
soffia - e sorteno tanti cuppolini.
Ce mette drento 'n'ala de pormone
Michelangelo - e nasce er cuppolone".

"Le Cupole Romane, meraviglia del panorama urbano, le più numerose, le più belle, le più ammirate. Si scagliano dolcemente verso l'alto senza affatto deturpare la millenaria linearità panoramica dell'Urbe, formando un unico complesso architettonico con campanili, torri, colonne, orologi e statue. Per questo le Cupole Romane rimangono per sempre nei ricordi di chi le ha ammirate anche per una volta sola: dal Gianicolo al Pincio, dal Campidoglio all'Aventino o da Castello, l'emozione di poterle abbracciare tutte con uno sguardo solo, un'emozione a disposizione di chiunque voglia godere di questo panorama stupendo".

Le Chiese di Roma: "Basilica di Sant'Andrea della Valle e Chiesa di San Carlo ai Catinari "
Le Chiese di Roma: "Basilica di Sant'Andrea della Valle e Chiesa di San Carlo ai Catinari "
Mauro Stradotto


Commenti 24