Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!
13.235 12

Mehran Falsafi


Free Account, FIRENZE

la mia patria

Quale mente sana, quale madre o padre con un briciolo di buon senso, lascerebbe la pace della propria casa, la vita, i sacrifici, il lavoro, le tradizioni, i propri cari, gli amori, i cibi e profumi, i quartieri dell'infanzia e le proprie radici, per andare a vivere sotto gli sputi e le umiliazioni dei Trump o Salvini?!!

È così presuntuoso, insano ed assurdo, così ingiusto credere che milioni dei senzatetti, bombardati e resi in miseria dalle guerre imposte, morissero dalla voglia matta di andare a vivere in Europa o l'America!!!
Non è così, credetemi! Stiate lontani dalle propagande di destra e la morbosa paranoia dei rifugiati all'attacco!

Per decenni questa povera gente si è vista saccheggiare, sfruttare e resa schiava dalle multinazionali, le stesse che armano i suoi dittatori, minano i suoi campi da coltivare, bombardano, uccidono e distruggono, poi si stracciano le camicie per proteggersi i confini!

Come possiamo tollerare che lo Stato più aggressivo e guerrafondaio della Storia recente punti il dito sul terrorismo da combattere come se puntasse la luna nel cielo?

Chi semina terrore e causa guerre e distruzioni e' terrorista alla pari dei criminali che fanno saltare gli aeroporti e sparano sugli innocenti nelle discoteche!
Sono tutti gli attori dello stesso teatro!

Siamo onesti, davvero non abbiamo delle responsabilità oggettive?
Chi sono gli altri? Chi siamo noi?

Don Lorenzo Milani diceva;
Il Mondo è diviso solo in diseredati e oppressi da un lato, privilegiati e oppressori dall'altro. Gli uni sono la mia patria, gli altri i miei stranieri!

https://youtu.be/-oL-cced6_Y — presso Palangan, Kurdistan.

Commenti 13

  • Laura Marchi 17/04/2017 18:30

    Bellissima.
  • Tonino Di Marzio 02/03/2017 20:00

    Questa è FOTOGRAFIA!!!!!!!!!!!!
  • Mehran Falsafi 22/02/2017 2:01

    Un abbraccio Pietro de Angelis! grazie mille!
  • Mehran Falsafi 22/02/2017 1:58

    Lucy Franco, ciao stupenda, promesso! grazie mille!!
  • Mehran Falsafi 22/02/2017 1:55

    ilmondodieLIOT, sei preziosa, di rara sensibilità, e ritrovarti è un dono! La vita ci cambia, ma qua torno sempre con affetto e volentieri! un abbraccio
  • Mehran Falsafi 22/02/2017 1:45

    L’affetto è reciproco Ennio, piacere risentirti.
    Un paio di correzioni riguarda al tuo commento è doveroso;
    Gli Azeri sono un popolo antico, di circa 35 milioni, che vive in gran parte tra L’Iran e l’Azerbaigian (l’ex Unione Sovietica). Una decina di milioni di loro è immigrata altrove, sparsa in tutto il mondo, e praticano 5 religioni diversi tra cui il cristianesimo. In Turchia vive appena mezzo milione di loro, non in un contesto territoriale specifico ma in tutto il Paese, comunque non lungo i confini cui riferisci tu. Mai sono stati bersagliati dall’Isis, mai si sono toccati.
    Lungo i confini con la Turchia ci vivono i curdi. Un altro popolo che combatte l’Isis, in parte vendicandosi il genocidio degli Yazidi, una piccola minoranza religiosa curda con circa 2 milioni di seguaci sparsi in 5 paesi. Credo tu stia confondendo Azeri con Yazidi, che nulla hanno in comune.
    Di confusione in realtà ne fai un bel po’, anche se infondo capisco dove vuoi arrivare conoscendoti e avendo avuto il piacere di dialogare con te più volte.
    Cosa c’entra il “colonialismo” Enio(?), concluso e depositato nella Storia durante il secolo scorso! Io ho parlato delle multinazionali e mi riferivo ai nostri tempi. Dell’impoverimento delle popolazioni, dello sviluppo insostenibile che ci sta mettendo a rischio, tutti, delle strategie della tensione e la militarizzazione del globo, dei problemi attuali che ci riguardano molto da vicino, sia per la responsabilità oggettiva sia per i rischi che obiettivamente ci comporta l’instabilità in zona.

    Cosa c’entra l’Iran se tratta o meno l’uranio con il massacro dei siriani e l’emergenza dei rifugiati (?), scusa ma non capisco! Il discorso del nucleare iraniano, peraltro molto simile all’arsenale chimico iracheno – mai trovato – a quelli come noi con la memoria più lunga deve ricordare gli anni della guerra fredda; decenni di minacce e dichiarazioni vuote con il solo scopo di giustificare le spese militari.
    Tutti sono armati fino ai denti Enio! Il nucleare, che tra l’altro lo hanno ormai i cani e porci dalla Corea all’Israele, dalla Francia all’America, la Russia, India, Pakistan, tutti, è solo un ennesimo pretesto! Cosa cambia se pure l’Iran abbia il nucleare? Ti sentiresti più in pericolo? No perché se è così vorrà dire che la strategia della tensione sta funzionando!
    Ti potrei proporre qui, adesso, una classifica dei paesi più aggressivi del mondo, calcisticamente parlando quelli in vetta e in fuga per lo scudetto, ma mi sentirei ridicolo e ti prenderei in giro perché finirò dicendo che L’Iran con zero punti in fondo alla classifica non ha mai aggredito un altro paese, rischiando di giustificare un regime assurdo, oppure elencarti i 32 scudetti americani!
    Queste assurdità, questi discorsi, questi linguaggi non ci devono appartenere Enio! Queste sono distrazioni! Il mondo non è diviso tra turchi, iraniani, russi, americani, ebrei, cristiani, neri e bianchi! I popoli sono semplicemente diversi, non divisi!
    L’unica divisione è tra oppressi e gli oppressori!
    Mentre tu fai il tuo serpentone delle semplificazioni e io qua a filosofare sulle mie utopie, la gente muore innocente in ogni angolo del mondo solo perché c’è qualcuno che osa e qualcuno che subisce.

    Ho semplicemente posto una domanda; chi siamo noi, chi sono gli altri?
  • ennio valotto 21/02/2017 2:05

    Ciao Meheran , io come qualche altra volta con te non sono completamente in sintonia con il tuo pensiero. Non nego che in tante cose noi , le nostre multinazionali , i mercanti della guerra , i fomentatori di discordie per interesse , abbiano creato condizioni aberranti. Pero' quello che è successo in Afganistan , che sta succedendo in gran parte del medio oriente , e nel Sudan , in Kenia , nell'Africa centrale dove l'unico credo è ammazza , ammazza quanto piu' puoi , non credo si possa addebitare allo sporco colonialismo visto poi che ammazzano per pulizie etniche o per fedi comuni ,ma diverse come la sciita e la sunnita. Non credo che l'inerzia Turca quando l'ISIS ammazzava ai confini gli Azzeri abbia a che fare con lo sporco colonialismo. Non credo che un paese come l'Iran stia trattando l'uranio solo per scopi di progresso , visto poi che il progresso da come ci mostrano è un ritorno all'oscurantismo .Io ho vissuto e lavorato in Africa , nel mio poco e piccolo mi sono impegnato per la gente che lavorava con me , ma l'unica cosa che ho imparato è stata che tutti volevano solo comandare , imporsi , scansare obblighi e fatiche , nessuno mai impegnato per il suo paese. E' stata un'esperienza che inaridisce sai , che ti segna profondamente .
    Ciao , con affetto Ennio
  • lucy franco 20/02/2017 23:04

    Ciao Mehran, le tue immagini, accompagnate da parole chiare e forti, assumono un valore aggiunto che è la passione dell'enfasi e del pensiero.
    Torna più spesso :)
  • Pietro de angelis 20/02/2017 22:43

    ...e quale piacere che tu abbia menzionato Don Milani, con una "sua" sempre attuale. Ti abbraccio Mehran!

Informazione

Sezione
Cartelle Ritratti
Visto da 13.235
Pubblicato
Lingua
Licenza

Exif

Fotocamera CanoScan LiDE 25
Obiettivo ---
Diaframma ---
Tempo di esposizione ---
Distanza focale ---
ISO ---

Preferite pubbliche