Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

1.054 18

Mauro Borbey


Pro Membro, Charvensod ( Aosta )

Il giovincello.

Pouillayes mt.1800 - Bionaz - Valle d' Aosta - 16 maggio 2009
ore 18.00
Ieri sera nel tardo pomeriggio ero andato con zar ad appostarmi nella piccola radura che circonda un piccolo alpeggio abbandonato.
La zona, che si trova al di là di un torrente è abbastanza tranquilla, lì la neve si è sciolta da poco e sul pascolo la verde e tenera erbetta che cresce è molto appetita da cervi e caprioli, ma anche dai camosci, per cui se si ha fortuna ma soprattutto non si fa il minimo rumore stando nascosti e ben mimetizzati dietro qualche masso o all'interno della piccola baita mezza diroccata, si possono fare interessanti incontri.
Così (per mia fortuna) è stato.
Verso le 18.00 (ora solare) proveniente dal fitto bosco di larici e abeti un giovane cervo maschio si è presentato nel bel mezzo della radura, permettendomi di scattargli alcune immagini.
Si tratta di un giovane cervo che (giorno più o giorno meno, le nascite avvengono in maggio/giugno) compirà il suo primo anno di vita.
Da adesso non sarà più considerato un piccolo ma si chiamerà fusone ( i fusoni sono cervi maschi che sono nel loro secondo anno di vita, l'anno prossimo quando entrerà nel suo terzo anno sarà considerato un subadulto).
Le due protuberanze che ha sulla testa (particolare molto interessante) non sono altro che i suoi primi palchi in crescita, ricoperti dal velluto.

Commenti 18