Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

Roberto L.


World Membro

...

.............................................

Commenti 20

  • ferran petit 22/06/2008 16:59

    me parece excelente y honesta tu postura ++++
  • ferran petit 21/06/2008 20:35

    una metáfora realmente dura +++
  • Roberto Rubiliani 20/06/2008 19:09

    Caspita, che bella gente!!! Sono amici tuoi??

    Roberto
  • InStylePhoto 20/06/2008 14:56

    ++++
    LG Nina
  • Carlo Pollaci 20/06/2008 12:23

    Un modo elegante ed eloquente per dare forma, oltre che sostanza, al proprio pensiero.
    Complimenti! Un saluto, Carlo.
  • er-man 19/06/2008 18:57

    ++++++++++++++++++++
  • Valentina Tagliaferri 19/06/2008 17:02

    Che cosa vuoi scrivere!?! va benissimo così! Le foto secondo me si devono sempre commentare da sole.
  • Domenico Cosenza 19/06/2008 7:04

    Azzardo un commento e ,spero, di non essere frainteso.
    Un buon fotografo,sobrio e consapevole del suo mestiere,dovrebbe esser parco, molto parco di parole.
    Ha dalla sua, la potenza espressiva delle immagini. La sua valenza sta nel condensare in esse, vuoi un racconto breve, vuoi un lungo romanzo.
    L'uomo, nel suo percorso storico, ha usato varie tecniche per soddisfare questa sua intima esigenza: prima il grafito, e via via nel corso dei secoli l'encausto , il dipinto e l'affresco. Ora , il potentissimo mezzo della
    fotografia. Per raccontare e raccontarsi : per esprimersi,
    destreggiandosi con l'etica, attingendo alla poetica e all'estetica.Non sempre ci si riesce ma, ogni tentativo, è un passo avanti verso l'irraggiungibile perfezione.
    Questa mia personale considerazione a commento e
    vivissimo complimento al tuo lavoro.
    Con simpatia e stima. Domenico
  • Franco Senestro 18/06/2008 23:28

    Visto che sono un dipendente pubblico, potrei titolare questa immagine come: "Riforma del Ministro Brunetta,sorpreso un impiegato al bar durante l'orario di lavoro.
    Altro che ...le parole non servono.

    Saluti

    la Primula rossa
  • Fabricio Luiz Guerrini 18/06/2008 21:03

    Come dice l'immagine, alla fine sono tutti feriti.
    Ibis redibis non morietur in bello.
    Resta sempre il dubbio su
    cosa conviene fare.
    Per me : Fregarsene
    Ciao, Fabricio
  • Roberto Andreini 18/06/2008 19:20

    Acutissimo Roby!!!!!!!!!
    Non c'è bisogno di aggiungere nulla.
    Un abbraccio Roberto
  • bombamo Michèle 18/06/2008 18:33

    thats in london!!
    michele
    le gout du sanglant!!
  • PIERO BOZZONI 18/06/2008 18:30

    ...bravissimo....per me non servono le parole..si capisce benissimo e il messaggio è molto chiaro..non che tu non sappia scrivere intendiamoci...è uno scatto che dice tutto....sei proprio forte...sono con te e con tutti gli altri che si uniranno...ti stimo....ciao
  • Tizzy 18/06/2008 17:59

    OK!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • redfox-dream-art-photography 18/06/2008 17:46

    +++++
  • BRIGO MIRKO 18/06/2008 17:42

    Die tre che sei?
    un abbraccio
  • Alberto Valente 18/06/2008 17:19

    Nessuna parola, e chi deve intendere intenda...
  • SempreGio 18/06/2008 17:01

    Una bella dimostrazione di quanto a volte le parole siano superflue, in questo scatto hai racchiuso il pensiero di molti di noi... da che mondo e mondo le guerre verbali o ancor più pericolose ci sono sempre state... e purtroppo sempre ci saranno... ma bisognerebbe capire che non servono a nulla... almeno dovremmo cercare di evitare quelle evitabili. In questi giorni ne ho letti di sproloqui e di offese gratuite e credo non giovi a nessuno il clima che si è venuto a creare....

    Ti abbraccio Artista :-)
    un bacio Gio
  • Giulietta Luise - Giuly 18/06/2008 14:24

    non servono parole.... quest'immagine "grida"
  • Alessandro Russo 18/06/2008 12:38

    Non servono molte parole per commentare la foto gia' dice tutto essa
    Sei forte Roberto
    Ciao Alessandro