Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Cosa c'è di nuovo?
Mostra collettiva "Tradizioni senza tempo" - 24.

Mostra collettiva "Tradizioni senza tempo" - 24.

659 4

Mostra collettiva "Tradizioni senza tempo" - 24.

Angelo Gianlorenzo è il poeta popolare più noto e apprezzato di Marta: è lui che ha scritto e intonato quell'"Inno alla Madonna del Monte" che oggi accompagna la salita al Santuario dei pescatori, alternando e addolcendo le grida e invocazioni tradizionali: "Viva la Madonna del Monte! Viva il Santissimo Sacramento! Viva Gesù e Maria!".

"Pensando alla Tua Festa"

"Madonna che scendesti in questo monte
Portando un bel sorriso al paesello
Da sempre lo proteggi cordialmente
Guardando il lago che è grande gioiello.

Nella tua festa risuona la dolcezza
Che entra nel cuore al popolo martano;
Dal venticello mandi una carezza
Un gesto d'amore che porgi con la mano.

Il pescatore al porto è ritornato
Per affrettarsi a venire alla Passata
Portandoti il suo pesce prelibato
Che ha pescato durante la nottata.

Anche la campagna si vede un po’ deserta
Nel tuo giorno tanto acclamato
Casenghi, bifolchi e villani sono in festa
Con doni che per te han ricavato.

Non si sente né stanchezza né fatica
Mentre si passa cantando a Te di fronte;
Insieme a Dio allor ci benedici,
O dolce Madre Santissima del Monte."

(Angelo Gianlorenzo)

di Enrico Maria Ranaldi

Commenti 4