Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

redroby


Free Membro, Rimini

La fugaraza

"...le bambine prendevano le fascine e se le litigavano, perché diceva un detto che portare legna al fuoco faceva crescere il seno:
e qui mia mamma mi faceva ridere, perché mi raccontava che lei la portava via, la legna, perché ne aveva troppo di seno, e sperava che, nel suo caso, si avverasse il miracolo al contrario.

le ore prima dell’accensione erano così piene di aspettativa che i genitori facevano fatica a governare i ragazzini:
che correvano da una parte all’altra, a controllare i fuochi “avversari” e portare i propri bollettini “il nostro è più grosso!” “quelli del borgo San Giuliano hanno il pupazzo!” “quelli di Covignano accendono fra poco”.

e poi, intorno alle sette di sera, il cielo cominciava a diventare rosso, l’odore di legna bruciata permeava l’aria, farfalle di fuliggine volteggiavano: era arrivato il 18 marzo, e le fogheracce di San Giuseppe venivano accese.

intorno ai falò le famiglie si raccoglievano, alcune organizzavano mangiate, i ragazzini tiravano legni e petardi, le mamme si sgolavano “non andare così vicino, ti bruci”, ma l’euforia era contagiosa, si trasmetteva dai bambini agli adulti, e dagli adulti agli anziani che raccontavano di falò immensi, le cui fiamme arrivavano più in alto del palazzo più alto...
spesso si finiva a ballare, con la musica di una chitarra o della fisarmonica di qualche amico musicista.

i ragazzi innamorati scappavano sulle colline di Covignano, per guardare dall’alto la città con i cento occhi rossi, e complice il buio, rendevano speciale e personale quella notte di fuochi e canti.



anche questa è Rimini.
una delle tante sfaccettature nascoste di una città che tutti “pensano” di conoscere perché hanno preso il sole, una volta in agosto, sulla riva del suo mare…

Scritto da Lui Tasini

Commenti 2

  • Big L. 01/05/2008 10:22

    Va bene che non ci sono più le mezze stagioni, ma sei un po' in ritardo con questa bella foto di inizio primavera,
    La descrizione mi fa tornare indietro di parecchi anni quando anche io, con i miei amici cominciavamo quasi un mese prima a raccogliere la legna.
  • BRIGO MIRKO 01/05/2008 7:12

    ottimo scatto
    complimenti