Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!

Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

Paolo Sapio


Free Membro, Campobasso
[fc-user:1410476]

Commenti 3

  • cosmosgirl 18/09/2009 11:53

    I
    Chiaro amore raccolto
    Chiaro amore raccolto
    Paolo Sapio
    your pictures!
    Grazie!
    Claudia
    .just the model
  • Savino Faretina 07/09/2009 20:32

    PAOLO,,,ho visto le foto del tuo spazio...sei molto creativo.
    ..............ti ringrazio del commento......................
    CIAO!
  • Paolo Sapio 03/07/2009 14:57

    Mi chiamo Paolo Sapio e sono nato nel lontano... ma non tanto 1979, (mitici anni 70 pelo pelo)
    da tanto tempo disegno con il pc e la grafica è la mia vera grande passione.
    Sono cresciuto immerso nei computer dal mitico spectrum, e me li sono visti passare tutti ma proprio tutti sotto le manine. Il primo ad avere un mouse e un programma di grafica con le palle è stato il fichissimo AMIGA 500 della Commodore nell’ ’87… ero piccino e vedere una freccia sul monitor che faceva quello che faceva la mia mano sul tappetino di tela blu (che tengo gelosamente conservato) era qualcosa di sovrannaturale per quell’epoca, e poi vedere quelle palette di colori e sceglierne uno e tracciare una linea… a quell'età mi pareva di entrare in un video game, era uno strumento da cui difficilmente sarei riuscito a staccare la mano e gli occhi...ecco allora come è iniziato tutto: en.wikipedia.org/wiki/DPaint
    dovrei avere da qualche parte, in qualche scatolo, i file che creavo da piccolino, sarebbe bello per me farvi vedere che cavolo facevo a 8 anni...
    all'epoca ancora mancava molto per il digitale, però vedevo le prime fotografie digitalizzate con degli scanner arcaici ... ancora ricordo quelle foto dimostrative che uscivano nel dischetto del deluxe P... la mitica faccia del faraone d’oro, la foto di uno sciatore, vedere quei pixel sul monitor che componevano l’immagine era davvero affascinante, beh ci ho giocato per un bel po’ di tempo!

    Quando venni a Cb nel ‘92, iniziai a farmi un po’ di amici con le stesse passioni, e uscì fuori il primo vero e proprio progetto: dovevamo elaborare la grafica per un videogame, era più o meno il 1994… fantastico… un’ idea che per mancanza di programmatore non andò in porto, ma che sotto il punto di vista grafico era più che figo, iniziai a vedere programmi che renderizzavano in tempo reale paesaggi, grazie al mitico Antonio Picciano iniziammo a progettare la grafica e disegnare i personaggi di un gioco alla Street Fighter per AMIGA, ci divertimmo tantissimo anche se alla fine ci rimase solo la grafica… da qualche parte.
    la prima macchinetta fotografica la comprai dopo il 2000, la creative pc-cam 650 da 1,3 mp ( di1.shopping.com/images/pi/a7/bc/31/20716161-100x100-0-0.jpg ) , un sogno diventato realtà, potevo creare qualcosa partendo da uno scatto....ed ecco che inizia la fantastica avventura nel mondo della fotografia, inizialmente anche questa volta un gioco, ma che si sposava alla perfezione con tutto il tempo perso tra cursori, palette e monitor. gli orizzonti si erano spostati un bel po’ più in là e iniziai a dedicare parecchio tempo a fare scatti e modificarli con il pc.
    Il gioco mi divertiva tantissimo e inconsciamente sapevo che in un futuro non tanto lontano sarebbe stato qualcosa di più che un semplice gioco.
    Intanto, alle superiori iniziai a studiare per fare siti internet, presi diversi attestati di specializzazione a riguardo e mi accorsi che anche stavolta le cose erano parecchio legate: grafica, fotografia e siti internet potevano essere un bel bagaglio culturale.
    Andai dopo poco a Napoli da mio fratello, dove misi a frutto la mia esperienza con la grafica, aprendo un’attività di grafica e stampa con lui nella città partenopea.
    Siamo a cavallo del 2002, i primi lavoretti di grafica e i primi approcci con la stampa vera e propria. Imparai l'utilizzo di diversi tipi di plotter da stampa di grande formato grazie all'esperienza di mio fratello, che ha un talento raro ad utilizzare questi macchinari ed i loro inchiostri. Dopo un po’ di tempo capii che dovevo staccarmi da lui per poter continuare a fare quello che realmente sentivo dentro.
    Tornato a Campobasso, proseguii gli studi universitari, affiancandoli a dei lavoretti di grafica, siti e manutenzione computer a domicilio. Proprio all'università di scienze ambientali, grazie a molti appassionati di natura e fotografia naturalistica, scoprii la bellezza e la forza di macchine fotografiche più potenti e di come foto ad alta definizione avrebbero nuovamente spostato gli orizzonti più in la'... decisi di fare il grande salto di qualità e comprai la fuji S304 da 4 mp (http://images.techtree.com/ttimages/story/S304_front1A.jpg )siamo nel 2004 e l’investimento fu sorprendente… roba mai vista! colori eccezionali, zoom, macro, e poi nel menù delle voci strane, numeri incomprensibili, f4,5 f8,2 mi chiedevo che roba fosse, ma senza attribuirle troppa importanza, ero troppo preso dalla definizione del sensore e dalle foto che venivano fuori. Lavorare su quelle immagini era davvero divertente, tutto più semplice, ma presto la curiosità mi spinse a trovare delle risposte su quei numeretti strani, diaframma e esposizione. Da questo punto credo di essere entrato veramente a contatto con la fotografia per la prima volta.
    Per motivi particolari dovetti lasciare l’università e decisi di andare a Bologna a lavorare un pò, e così abbandonai la scena campobassana.
    Intanto, iniziai a fare delle ricerche e a studiare e vidi subito che la rete era piena zeppa di informazioni, lessi un paio di bellissimi libri su cosa fosse la fotografia di base e di come cavolo fossero importanti dei fattori per fermare il tempo... il mio scopo stava cambiando, non era fondamentale ora l’elaborazione grafica (che non smetterò mai di fare) ma era più importante stare attento a determinate regole per fare una foto “buona”: terzi, diagonali, e rispettando questi parametri mi resi conto che visivamente funzionava tutto meglio.
    Dopo qualche mese, tornato a cb, decisi di confrontarmi per la prima volta con gli altri, partecipando nel 2006 al concorso fotografico dei “Misteri”. Con la fuji S304, tutta piena di nastro adesivo e trasformata da un aggiuntivo ottico fisheye auto costruito, vinsi un piccolo premio: “foto segnalata”, che mi diede nuovi stimoli e diede un senso a tutto il tempo che avevo investito.
    Continuavo a fare le mie prove e mi accorsi presto che quello che mi serviva era una fotocamera completamente manuale, dinamica e ancora più potente. In quel periodo uscì la SPETTACOLARE fuji s 9500 (http://www.vmodtech.com/files/fuji_s9500_217.jpg ), aveva tutto quello che mi serviva: il manuale, un potente zoom (28mm/300mm) e una ghiera comoda e veloce per regolare tutto… per imparare era fantastica! Riuscii a vendere la piccola macchinetta e trovai a buon prezzo la nuova fuji, che mi permise di mettere in pratica tutto ciò che avevo appreso dai libri. Alcuni scatti che feci mi iniziavano a soddisfare e altri risultati arrivarono presto.
    Attualmente, a distanza di 2 anni dall’acquisto dell’ultima Fuji, uso una reflex (Canon 400d) consigliatami da Paolo Cardone, e i miei orizzonti si sono nuovamente allargati.
    Faccio un ringraziamento per tutto quello che conosco a internet, l’invenzione che ci apre la mente e che se utilizzata bene ci fa diventare persone veramente libere!

Le mie statistiche

  • 13 0
  • 107 27
Ricevuti / Dato

Abilitá