Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

Edoardo Ponselé


Pro Membro, Pomezia

OGGI COME ALLORA

Anche qui... perfettamente allineati e coperti, come tanto tempo fa quando a vent'anni non si sapeva per cosa morire.... ma solo i termini di un dovere: servire fino all'ultimo sacrificio... senza troppe ulteriori risposte. Immagino i pensieri di questi ragazzi... perché di ragazzi si parla, leggendo le loro date si capisce come molti... (è dura anche raccontarlo) nemmeno vent'anni avevano quando hanno scoperto com'è fatta la luce in fondo al tunnel. Li immagino nell'assolvimento del loro dovere... uccidere per non morire... trovare il coraggio per cancellare una vita o per vedersi cancellata la propria. Bambini dentro l'anima, grandi solo nella divisa... forse troppo grande per loro, forse troppo pesante per qualunque essere umano. E adesso capisco i racconti di quelle bocche sdentate e rugose che con un velo di lacrime nascoste dal dolore dei ricordi ti parlano di quando quei ragazzi facevano compiere all'alcool quello che il loro animo non sarebbe mai riuscito a fare.

Commenti 5

  • giancarlo crocicchia 14/06/2008 23:45

    Una geometria di vite che si incrociano una sola volta e per tutta l'eternità. Amaro e forte il tema, che merita ancora una parola che è diventata polvere oggigiorno, ma non per molti.Rispetto. Testimonianza e foto non indifferenti.
    Giancarlo
  • Roberto L. 02/06/2008 10:58

    la foto è molto bella ed eloquente di per sé, ma la tua presentazione è splendida. Complimenti di cuore
    Roby
  • FULVIO BIAGINI 30/05/2008 18:38

    Bello lo scatto e le parole che l'accompagnano. Condivido in pieno.
    Fulvio
  • Antonio Morri 21/05/2008 16:57

    Un scatto molto bello che fa riflettere!
    La tua nota poi è centrata più che mai!
    Complimenti Edoardo!
  • Riccardo Sanchini 21/05/2008 15:37

    Parole e immagine in simbiosi perfetta, anche a me fa un certo chè, quando mi imbatto in uno di questi luoghi, in cui le pietre ti parlano dei loro ragazzi...e mi commuovo ogni volta....Riccardo