"Senza titolo" di Carlo Atzori

"Senza titolo" di Carlo Atzori

814 7

"Senza titolo" di Carlo Atzori

di Carlo Atzori

Commenti 7

  • laura fogazza 26/11/2009 18:12

    ....ancora una volta.....avevo colpito nel segno....allora!!!:-))
    ....devo dire che anche il titolo "uomini e donne"....nella sua ovvietà ....diceva anche dell'altro.....
    laura:-))
  • Carlo Atzori 19/11/2009 20:31

    In questa mia foto, il pensiero iniziale, che ha fatto nascere la foto stessa, è la linea, come fosse un muso che divide l'uomo e la donna, poi curiosamente, i simboli sono quasi invertiti, dove la donna ha una gamba sola o le gambe unite, da quì il mio pensiero di un'epoca in cui i ruoli, spesso, sono invertiti o non chiari, dove ogni punto di riferimento viene alterato, con surrogati di modernismo falsi ed ipocriti....ringrazio tutti per le parole spese in questa semplice foto, che no naveva nessuna velleità di capolavoro da parte mia, anzi...ma che mi piaceva per l'ironia intreseza sulle piccole sagome stilizzate.
    Grazie a tutti per la partecipazione e per aver dato un'occhiata a questa mia foto.
    Carlo
  • Carlo Pollaci 14/11/2009 14:12

    La trovo un'idea carina, tradotta in un buon bn, ma nulla di più.
  • Luca Ciardiello 12/11/2009 23:34

    Sfocatura e B&W ben gestiti.
    Per me la cosa, mi perdoni l'autore, si ferma quì.
    Mi spiego:
    quando in una foto le chiavi di lettura diventano troppe ovvero la foto si presta ad una molteplicità di interpretazioni, personalmente mi perdo e non trovo la finlità comunicativa ..... ma questo può essere un limite personale :-))
    Grazie all'autore.
    Luca
  • Francesco Torrisi 12/11/2009 13:45

    Una rappresentazione dei due generi...poco politicamente corretta...visto l'andazzo dei tempi...manca qualcosa di mezzo... ;o)
    E' una realizzazione simpatica, leggera e senza grosse pretese. Lascia ampi margini all'osservatore di spaziare con personali chiavi interpretative del visual.
    Tecnicamente è ben fatta con un ottimo B&W e la scelta del soggetto genera questo piacevole gioco dei piani e piccoli riflessi a favore dell'osservatore.
    Io avrei scelto il posizionamento delle miniature un po' più in basso..ma forse questa posizione è vincolata dallo sfondo...forse le miniature si sarebbero potute impallare con qualcos'altro nello sfondo...
    In definitiva la trovo picevole e gradevole.

    Divertente la "linea" a mo di di muro divisorio tra i due "rappresentanti"...un netta separazione...che in questa fattispecie ha una giustificazione grafica..ma nella vita reale?....chi più ne ha ..più ne metta ...
  • Maricla Martiradonna 12/11/2009 12:42

    @ Laura: l'autore mi aveva chiesto di pubblicare la foto senza titolo, purtroppo non ho visto il messaggio e ho rimediato ora, chiedo scusa a te e all'autore :-))
  • laura fogazza 12/11/2009 9:43

    l'immagine è molto carina è ben realizzata.......il titolo molto ironico.....ovviamente ha un preciso riferimento....ma anche potrebbe ironicamente alludere ad un orrendo (secondo me) spettacolo televisivo.....dall'omonimo titolo.....
    L'uomino poi è un po' gorbachiviano con quella macchia scura in testa......:-))
    Altra cosa inusuale in questa rappresentazione maschio/femmina......signore/signora......è la posizione delle gambe delle due sagome......quasi ad invertire la simbologia a cui normalmente siamo abituati.....apertura e accoglienza per quanto riguarda l'immagine femminile.....chiusura e simbologia fallica....al contrario per l'immagine maschile....
    ....sullo sfondo il riflesso incerto ed indistinto....del reale...
    ...immagine secondo me molto efficace....
    laura