Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!
Cosa c'è di nuovo?
passaggio (Sicilia,ago2008)

passaggio (Sicilia,ago2008)

2.375 55

Commenti 55

  • Anna Boeri 03/07/2012 0:47

    Fantastica!
  • Luigi Lonati 26/02/2012 22:03

    spettacolare!!!
  • Stefano G. Spedicato 14/03/2011 20:18

    Una realta',che questa foto
    trasmette con tutta la drammaticita' di una famiglia in esodo ,forse verso una nuova vita,ma senz'altro verso
    la loro speranza......
    eccelente scatto
    complimenti
    ciao :-))
  • SaRaoCCHiPiNTi 11/03/2011 17:03

    straordinaria. ...vita dura ma fatta anche di speranza...
  • Mariana Magnani 21/02/2011 9:44

    L’uomo intuì
    che oltre la soglia del pensiero
    gli si sarebbe presentata una realtà sconosciuta.
    Ci fu gente che ne ebbe paura,
    si fermò al di fuori
    ed ascoltò passivo i rumori.
    Altri decisero che sarebbe valsa la pena
    e rifiutarono i dotti consigli della paura,
    che chiedeva spazio alla logica
    e tentava al sonno l’istinto.
    Scelsero le parole di vecchi saggi
    e la visione di insoliti sogni
    che presagivano nuove scoperte.
    Dopo irte salite e precipitose discese
    finalmente giunsero
    laddove il pensiero si specchia
    e diventa riflesso di azioni concrete.
    Fu la storia di marinai senza nome
    che solcando lo sconfinato mare dell’essere
    ritrovarono il senso di quel navigare.

    Ora che altri uomini si affacciano
    dai porti creatori di nuove ispirazioni,
    si attende ancora che il coraggio li guidi
    e gli dia forza,
    per mollare gli ormeggi del dubbio
    ed issare forti vele di speranza.


    Breccia

    Pitture che si staccano dai muri,
    segni del tempo che graffia i ricordi.
    Qualcuno le osserva,
    trova unicità e mistero,
    forza e fascino di cose antiche e perdute.
    Non gli appartengono
    e questo distacco può solo sfiorarli,
    celando la storia che portano dentro ogni crepa.
    Il mio sguardo va oltre quell’eco lontano.
    Rammenta ogni colore indossato,
    rammenta ogni odore di vita che hanno racchiuso.
    Ora si è disperso nel vento,
    come la polvere fine dei calcinacci
    raccolti per terra.
    L'immagine di un vestito dimesso.
    Mi allontano seguito da quelle voci
    che si allungano come ombre sui muri,
    quando danzando serene
    si accoccolavano stanche
    d’innanzi alle fiamme rossastre di un focolare.

    In un'atmosfera verghiana, alcuni concetti prendono forma e consistenza.
    Un'immagine racconta ed esplicita tutto il significato del Mistero quotidiano: immenso.
    L'osservatore viene attraversato da una luce ungarettiana.
    Mistica!
    Atavica!
    Ermetica!
    Complimenti!
    M.
  • Luigi Riccitiello 17/12/2010 10:47

    Una bella immagine, complimenti comunque
  • Guglielmo Rispoli 16/12/2010 17:43

    ++
  • Photodet 16/12/2010 17:43

    grande messaggio, nella sua imperfezione fotografica ( per me ovviamente)
    pro
  • Paolo Vannucchi 16/12/2010 17:43

    +++PRO+++
  • Roberto Cariolato 16/12/2010 17:43

    s
  • Roberto L. 16/12/2010 17:43

    pro
  • Roberto Sias 16/12/2010 17:43

    ... come Fulvia....
    c
  • Massimiliano Graziani 16/12/2010 17:43

    +

Tag

Informazione

Sezione
Visto da 2.375
Pubblicato
Lingua
Licenza

Preferite pubbliche