Mostra online di Vincenzo Di Cristina: L'uomo e il mare - 10. I lor pensieri

Mostra online di Vincenzo Di Cristina: L'uomo e il mare - 10. I lor pensieri

1.871 2

Mostra online di Vincenzo Di Cristina: L'uomo e il mare - 10. I lor pensieri

Ritornate alle case tranquille
alla pace del tetto sicuro,
che cercate un cammino più duro?
che volete dal perfido mare?
Passa la gioia, passa il dolore,
accettate la vostra sorte,
ogni cosa che vive muore
e nessuna cosa vince la morte.
Ritornate alla via consueta
e godete di ciò che v'è dato:
non v'è un fine, non v'è una meta
per chi è preda del passato.
Ritornate al noto giaciglio
alle dolci e care cose
ritornate alle mani amorose
allo sguardo che trema per voi
a coloro che il primo passo
vi mossero e il primo accento,
che vi diedero il nutrimento
che vi crebbe le membra e il cor.
da
"I figli del mare"
di
Michelstaedter.

Commenti 2

  • Ciro Prota 28/02/2007 0:50

    Ho piacevolmente visto.
    Complimenti
    Cipro
  • Antonio Primiano Di Maria 30/01/2007 11:33

    Caro Vincenzo nel grande mondo dell'immagine, per avere chiarezza le foto vengono classificate in categorie, stili, etc etc, alcune di queste foto sono belle (anche se il concetto di bellezza è fratello del gusto e del piacere, ma cmq una cosa bella è differrente da una cosa brutta), tecniche, realizzate con animo e passione, con ingegno e creatività, altre banali e superficiali.
    Non voglio dilungarmi ma ci tengo a farti sapere che la tua mostra mi è piaciuta, le immagini, i tagli, le presentazioni, i colori forti e tenui, il tuo animo forte e latua passione nel vedere oltre le semplici cose, dando un significato anche forte e simbolico.
    Non sono daccordo con Carla, poichè questa tua foto in coda è molto importante.
    Vedo in questa foto una bilancia che ha terminato di pesare, in qualche modo stanca di pesare. Invecchiata dal tempo e da tutti i suoi pesi, diversi, tolleranti, leggeri, massicci. A volte le nostre vite sono come questa bilancia, hanno cmq bisogno di qualcuno che le valorizzi per il lavoro svolto.
    Ma attenzione perchè la stessa immagine di una fine può rappresentare una partenza. E' possibile che questa bilancia sia in attesa di qualcuno pronto ad usarla?
    Complimenti Vincenzo il tuo lavoro lo apprezzo con il cuore.
    Con affetto Antonio