"L'angolo" di Fulvia Menghi

"L'angolo" di Fulvia Menghi

771 5

"L'angolo" di Fulvia Menghi

di fulvia menghi

Commenti 5

  • giancarlo crocicchia 17/11/2009 19:37

    La guardo e la riguardo e non me ne voglia l'autore /trice, ma ci vedo solo difetti.
    I fili della luce
    i paletti a destra
    Non è un ritratto, il soggetto sembra essere stato beccato per caso mentre passava.
    Non mi suggerisce uno spaccato di vita e quindi non racconta nulla se non dei lavori in corso.
    Il B&W non è esaltante, vedo solo una parte della scala dei grigi.
    ....Porca miseria stavolta l'ho fatta grossa, ma siamo in Agorà e quindi anche da una mitragliata ad altezza gambe come per il personaggio che passa , l'autore può riflettere e accettare o meno quanto sopra esposto. Sorry
  • Francesco Marino 17/11/2009 17:15

    Io credo,posso solo ipotizzare,che l'autore con questa composizione abbia voluto mettere in relazione il soggetto di fronte all'osservatore,posto sull'angolo,ed il graffito appena sopra la sua testa,in prossimita' di un altro angolo,quello della colonna...
    se poi graffito e soggetto si somigliano (non me ne voglia il passante...;-) ) il dualismo angolo-soggetto e' completo.
    Francesco Marino
  • Luca Ciardiello 16/11/2009 23:21

    Non vorrei sembrare banale e stereotipato ma questa immagine mi induce in tentazione :-)))
    E' vero, c'è un angolo ed una sagoma di una persona ....
    Mi viene in mente: "cosa c'è dietro l'angolo ??" .... c'è quello che c'è prima dell'angolo.
    Non raccolgo la narrazione, non avverto patos .... insomma .......... è carente di comunicazione a mio avviso ovviamente.
    Grazie
    Luca
  • Francesco Torrisi 16/11/2009 23:02

    Cosa abbiamo qui?

    E' un angolo senza ombra di dubbio.
    C'è un pedone impallato con l'angolo...è tagliato...
    Il pedone sembra…un extracomunitario?…non sono molto sicuro di questo...non capisco se fuma, se ha uno stuzzicadenti o è solo una strana postura congelata dallo scatto..ma non mi suggerisce nulla..
    L'angolo è composto da rovine di una abitazione che non esiste più...è quindi anche un angolo...monco..

    Ce la sto mettendo tutta...ma non so che altro prendere...
    Se osservo le carte che ho in mano non riesco a combinarle per far venire fuori qualcosa di valido da mettere sul tavolo.
    Forse mi sono incartato con le mie stesse mani...
    ...sorry..

    Unica cosa che posso osservare è che c'è molto spazio libero a destra e poco a sinistra...questo mi da una sensazione di squilibrio...oltre i bisticci delle linee verticali e orizzontali più o meno tagliate o interrotte nella continuità

    Aspetterò altri commenti per vedere cosa suggeriscono sull'interpretazione da dare a questo scatto...io non riesco ad andare oltre...se esiste una chiave di lettura..non è nelle mie corde trovarla...
  • Carlo Atzori 16/11/2009 18:59

    Un discreto Bw, inteso come viraggio, ma c'è un difetto imperdonabile, le gambe tagliate in modo approssimativo e senza nessuna giustificazione, non può essere una scelta compositiva, non avrebbe senso nel contesto....
    Ma i tagli compositivi non si limitano sol oalle gambe del signore, ma anche alle linee architettoniche, le verticalità del marciapiete, dele case...
    Manca, sopratutto, la cura nei particolari,,,,
    Passiamo al messaggio fotografico.....immagino si volesse fermare un momento particolare, ma non ci sono riferimenti, un signore mpegnato in una camminata, nessun elemento che rafforsi o spieghi il suo andare, semplicemente una foto scattata in quel momento, una foto debole, che non racconta.
    Mi dispiace, ma non ci trovo nulla di intenso, di fotografico o che colpisca la mia attenzione.