Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

"Il cielo in strada..." di Lauro Delicato

"Il cielo in strada..." di Lauro Delicato

838 18

"Il cielo in strada..." di Lauro Delicato

Dati di scatto: Nikon d50 - 32mm - f/5.6 - 1/80.

di lauro delicato

Commenti 18

  • Marco Agazzi 24/02/2010 17:48

    Visione surreale interessante che si presta a molte versioni ed interpretazioni, provocazione riuscita!
  • Vincenzo Galluccio 22/02/2010 12:06

    @ laura
    ....quanta immaginazione serve per immaginare una immagine?
    Dolce, dolcissima dicotomia!
  • Francesco Marino 20/02/2010 20:28

    Bella idea...
    bravo autore/trice
    chapeau!!!!!!!!!!!!!!!
  • laura fogazza 20/02/2010 19:46

    ....beh Vincenzo...un po' di immaginazione!!! :-)))

    ....comunque c'è in questa immagine qualcosa di...onirico ...che francamente non mi so spiegare....credo provenga dalla composizione dell'immagine e credo anche che il colore utilizzato dall'autore/autrice non aiuti questo "qualcosa" ad emergere....
    ...ho cercato allora (un po' in fretta e furia...) a "vederla" in bn....e questa "sensazione"....permane.....



    ...non so quali fossero le intenzioni dell'autore/autrice....ma una cosa è certa.....c'è qualcosa in quest'immagine....di inespresso.....
  • Vincenzo Galluccio 20/02/2010 19:35

    @laura
    .....un angelo? Non "vedo" le ali!
  • Carlo Atzori 20/02/2010 19:05

    @Autore: una foto spiegata è una foto sbagliata, non ci sono vie di mezzo, se si vuole comunicare qualcosa l'unico mezzo che abbiamo a disposizione è la stessa fotografia, nient'altro...ogni altra parola che spieghi i nostri intenti vuole solo giustificare un errore o una mancata comunicazione...agorà è una grande palestra fotografica, un posto speciale dove incassare colpi e prendersi soddisfazioni.
    Ti assicuro che se leggerai attentamente i consigli e li seguirai, troverai modo di prenderti le tue soddisfazioni nel tempo, l'umiltà, il talento e la passione faranno il resto.
  • Maricla Martiradonna 20/02/2010 18:47

    INTERVENTO DELL'AUTORE:
    "Ho notato un certo interessamento al lampione...
    In effetti, e qui mi rifaccio a chi è già autorevolmente intervenuto, non si tratta di una foto dai colori o dai dettagli spettacolari, ne sono consapevole.
    Non sta a me dare adesso la mia interpretazione, e me ne guardo bene, vi toglierei il divertimento, ma voglio solo far notare che tutto quello che nella foto c'è, o non c'è, è voluto e non casuale...
    Il lampione ad esempio è, per me, importante per quello che voglio esprimere (se poi ci riesco o no è compito vostro dirlo)...
    La pendenze del lampione...
    Ma è davvero da togliere?
    Va bene, basta così, ma prima mi permetto di allegarvi una versione senza lampione, in modo che possiate vedere le differenze... (scusate la poca accuratezza nel post ma il tempo è quello che è)...
    Buon proseguimento!
    Senza lampione
    Senza lampione
    Maricla Martiradonna
  • laura fogazza 20/02/2010 18:27

    @Carlo

    ...se anche ad uno....regalano emozioni o anche più semplicemente spunti di riflessione....di qualunque natura....allora sì....sono come il vento....una leggera carezza o un fastidio sferzante....che passa "toccandoti"....prima di continuare il suo corso....

    ...io adoro il vento...è il simbolo più grande di vita e di morte....e di libertà...

    :-))))
  • Carlo Atzori 20/02/2010 18:15

    I post sono come il vento.....a qualcuno disfano solo i capelli, ad altri fanno arrivare i coriandoli, ma a quasi tutti recano fastidio, a pochi regalano emozioni.......
    Ovviamente una semplice battuta Laura, nessuna offesa contenuta nel mio pensiero, tanto per accendere un pò la discussione sui post dei post dei post, a posteriori ovviamente.
  • laura fogazza 20/02/2010 18:04

    @Francesco

    ... ognuno ha il suo "post"....per esprimere le proprie favole.....:-))))

    laura

    http://www.youtube.com/watch?v=YdVsOresZHk
  • Francesco Torrisi 20/02/2010 18:00

    Mi piace l'interpretazione di Laura dell'angelo metropolitano...è una piccola favola... ;o)

    Non si offenda se mi piace un po' meno il suo post...;o)
  • laura fogazza 20/02/2010 17:55

    ...sicuramente non è il solito riflesso....e gli aspetti urbani, banali e moderni, sono molto evidenti (l'abbigliamento del ragazzo e le scarpe di marca, il lampione e il caseggiato anni '70....).....
    ...ma su tutto ciò....la posizione del ragazzo e soprattutto i suoi capelli...mi hanno fatto pensare...ad un angelo.....

    ...ed ecco, allora, una possibile interpretazione in questo senso....



    ...visione molto personale...come sempre...

    laura
  • Carlo Atzori 20/02/2010 12:02

    Un immagine senza originalità, ma sopratutto senza spessore tecnico,,,,nessun punto di riferimento, colori slavati nell'acqua di questa pozzanghera, nessun messaggio chiaro, se non un riflesso tra l'altro non perfettamente riuscito...insomma, una foto da dimenticare.
    Le idee, in fotografia, sono fondamentali, riuscire a trasmettere, attraverso una foto, è difficile, complicato, necessita di applicazione e di passione, di talento e di umiltà, saper guardare con i propri occhi, riuscire a far proprie le emozioni ricevute et sopratutto a rasmetterle o almeno provare a farlo.....un lungo, lunghissimo viaggio.....
    Questa foto mi lascia il sapore dell'inesperienza, di un fotografo alle prime armi.....questa è la mia impressione, magari sbaglio..esercizio fotografico non riuscito, mi dispiace.
  • Tommaso Vicomandi 20/02/2010 11:52

    M.M. è Mauro Moschitti
    ....diamo a Cesare quel che è di Cesare, che poi è Mauro
  • Vincenzo Galluccio 20/02/2010 11:45

    Se penso alle immagini di M.M., quello che va in giro con una lastra di plastica, e se le sue fotografie sono il mio "stereotipo", questa immagine proprio non mi entra negli occhi, e se il colore e' una "opinione", trovo "cacofonica" l'immagine nel suo complesso con quel lampione che la fa pendere verso una fotografia poco riuscita.