Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!
"fatti non foste a viver come bruti

"fatti non foste a viver come bruti

3.526 11

"fatti non foste a viver come bruti

ma per seguir virtute e canoscenza"

(Dante Alighieri, Divina Commedia)

Commenti 11

  • Seby Privitera 28/02/2012 22:20

    ogni tanto quando ho voglia di sognare vengo nella tua galleria
    e qua' mi perdo
    mi perdo ad ammirare i tuoi fotogrammi
    le tue diapositive
    i tuoi capolavori
    li sfoglio come un libro
    e scorrono immagini pregni di storia
    dolci chiavi di letture
    dio li adoro...........
    grazie Gino
    grazie x quello che riesci a trasmettere
    un abbraccio........genio.
  • b. monica 08/02/2012 14:07

    messa così ci si spaventa!
    ,-)
    tutta quella mole di nozioni da far entrare in qualche piccolo miliardo di neuroni...
    mmmhhhh....non sarà troppo??!!
    bella immagine gino, scherzi a parte.
    sei sempre bravo e comunicativo
  • luceombra 06/02/2012 10:01

    +++++++++++++
  • lucy franco 05/02/2012 15:41

    la pila di libri è enorme, ma più che senso di oppressione, trasmette grande conforto, nella condivisione del sapere, nella buona compagnia che fanno i libri, il loro spessore, il loro profumo.

    Anche se qualche volta si può pensare il contrario, catturati dalla difficoltà della Storia, dalle contingenze difficili della vita, l'inseguire " virtute e canoscenza" è l'unica strada da percorrere, che non giri a vuoto su sè stessa.

    Le proporzioni tra il nostro omino e la montagna di volumi è davvero fantastica, e sulla spinta di un sorriso si arriva alla verità

    bravissimo

    Lucy
  • argento M M 05/02/2012 7:38

    Bellissima foto e forte il messaggio !
  • Ambra Menichini 05/02/2012 3:24

    qulla pila di libri sembra insormontabile............ma bsta iniziare la strada e dopo sarà molto più facile.........

    superGinoShow

    ++++++

    A & G



  • Marco Lascialfari 04/02/2012 23:22

    Geniali si può anche diventare!!!
    Fantastica Gino ... fantastica!!!
  • Tommaso Forin 04/02/2012 22:32

    E' l'unica strofa della Divina Commedia che ricordo ancora a memoria. E' Ulisse che la recita per Dante per giustificare il suo peregrinare per mare alla ricerca di Virtute (valore) e conoscenza, fino alle Colonne d'Ercole e oltre ..... non mi convince in questo caso l'accostamento con la foto, però può essere vista come la tua interpretazione e trasposizione agli anni nostri :-)
    Grazie di avermela fatta ricordare. Un saluto
    tommaso
  • gino lombardi 04/02/2012 20:04

    Anne Louise Schneider

    deine Arbeiten faszinieren mich!
    mein Favorit! Grüße von Anne

Informazione

Sezione
Cartelle salvate
Visto da 3.526
Pubblicato
Lingua
Licenza

Apprezzata da

Preferite pubbliche