Rimuovere la pubblicità? Diventa adesso Premium!

Utilizziamo cookies per personalizzare contenuti e inserzioni e per analizzare gli accessi ai nostri siti web. Condividiamo inoltre informazioni sui nostri siti web con i nostri partner per email, pubblicità e analisi. Visualizza i dettagli

Cosa c'è di nuovo?

angelo nascenzi


Free Membro, roma
[fc-user:1738148]

Su di me

La mia prima macchina fotografica mi fu regalata da uno zio alla prima comunione ed era una Ferrania 3M.
L'avvento dell'era digitale ha risvegliato una passione che era sopita da qualche parte nella mia mente. Il passaggio da una PENTAX ME Super a pellicola, ad una NIKON D90 e le potenzialità insite nei programmi di post-produzione hanno aperto nuovi orizzonti fotografici. Penso che la cattura di un'immagine nasca prima nel soggetto che osserva la realtà e credo che una foto dica molto di più di quello che descrive. E' come se attraverso di essa si possa entrare in diretto contatto con i sentimenti e la sensibilità del fotografo.

Le passioni negli individui nascono spesso in tenera età ed esse li accompagnano per tutta la vita, anche se a fasi alterne e con risultati non sempre soddisfacenti. Quando fate un regalo ad un bambino, quindi , pensate che esso non è mai fine a se stesso, ma può dischiudere orizzonti imprevedibili.

LO SCORRERE DEL TEMPO IN FOTOGRAFIA
Cogli l'attimo di oraziana memoria ben si addice al fotoreporter che cattura situazioni, persone, paesaggi che vengono colti in un momento del proprio essere, che già un attimo dopo è mutato.
Il 'Panta rei' dei filosofi presocratici - " tutto scorre" , tutto si trasforma - determina in chi osserva con occhio attento una forte motivazione nel tentare di rendere 'immortale, "infinito", quel momento irripetibile, attraverso la cattura di un fotogramma una scena di vita quotidiana, le persone che ti passano vicino e di cui ignori la storia personale ed anche semplicemente il nome, luoghi che vedrai forse una sola volta nella vita ma che ti rimarranno per sempre dentro e che entrano a far parte del tuo vissuto.

LA BELLEZZA NELLA FOTOGRAFIA
La bellezza delle cose esiste nella mente di chi le contempla (HUME)
Il cervello riceve informazioni dall'esterno tramite i sensi ma le interpreta basandosi su informazioni già presenti nella memoria. Vedere è il risultato di una trasformazione del mondo esterno in un nostro mondo percettivo in cui giocano un ruolo importante la nostra precedente conoscenza, la nostra cultura e persino il nostro stato d'animo. La capacità di registrare la bellezza è una caratteristica ereditata dal cervello ma nel corso della vita quello che percepiamo come bello può variare a seconda del contesto, delle mode, ed è quindi sempre condizionato dalla cultura e quindi mutevole nel tempo.

http://www.flickr.com/photos/angelonascenzi


Copertina di FC del 6.12.2011 Copertina di FC del 2.1.2012 Copertina di FC del 9.10.2012
il fascino della pioggia
il fascino della pioggia
angelo nascenzi
Copertina di FC del 24.10.2012
passeggiata tra i faggi
passeggiata tra i faggi
angelo nascenzi

Commenti 253

  • 45 14
  • 1.039 767
Ricevuti / Dato

Abilitá

Attrezzatura

occhio
manico
idealità
sentimento
ragione
Nikon D90