Uno spazio per parlare di fotografia: teorie, pratiche, tecniche.
Discussione Ultimo messaggio Riposte / Clic
lucy franco

“COMMUNIS” il nuovo progetto di Fc.it, ideato da Eras Peran

Caro Staff di FC, premettiamo che imparare l'ironia non fi farebbe male, rimane il fatto che quando lo staff parla agli utenti può farlo anche con un nome ed un cognome (visto che al di là di ogni retorica, a digitare è una persona sola) pur mantenendo il suo ruolo istituzionale... come d'altro canto d'uso in altri portali più friendly... Così facendo mostra alla comunity di non essere un freddo e distante simbolo che fa cadere gli spottoni dall'alto, generando di conseguenza maggiore empatia e coinvolgimento.
In un periodo in cui la gran parte degli utenti (utenti che per altro hanno pagato parecchio in anticipo un servizio di cui usufruiscono solo parzialmente) si sente abbandonata nell'incertezza, invece di affermare l'ovvio, sarebbe stato gradito che aveste colto l'occasione per spiegare a che punto siate arrivati nel risolvere i disagi... se esiste una previsione di massima in cui torneremo a vedere le foto in maniera decente, se prevedete di rifondere chi è stato danneggiato dalle vostre scelte...
Attenti, non sto sottovalutando il vostro lavoro ne per quanto riguarda la soluzione dei disagi ne per quanto riguarda il progetto specifico... occupandomi di organizzazione in vari campi (da progetti scientifici a quelli fotografici) so bene quanto ci sia da fare in background ma proprio perchè questo lavoro è invisibile, al fine di non surriscaldare animi già parecchio irritati, vi consiglierei di lavorare sulla vostra strategia comunicativa che fin qui si è rivelata alquanto carente.
Una community non è costituita solo dagli amici dello staff! :)
Anch'io mi auguro che presto si possa tornare a parlare di progetti come Communis e di fotografia... ed al contempo mi auguro magari anche di poterlo fare tra persone e non con icone virtuali! ;)
15.06.16, 12:51
Caro Staff di FC, premettiamo che imparare l'ironia non fi farebbe male, rimane il fatto che quando lo staff parla agli utenti può farlo anche con un nome ed un cognome (visto che al di là di ogni retorica, a digitare è una persona sola) pur mantenendo il suo ruolo istituzionale... come d'altro canto d'uso in altri portali più friendly... Così facendo mostra alla comunity di non essere un freddo e distante simbolo che fa cadere gli spottoni dall'alto, generando di conseguenza maggiore empatia e coinvolgimento.
In un periodo in cui la gran parte degli utenti (utenti che per altro hanno pagato parecchio in anticipo un servizio di cui usufruiscono solo parzialmente) si sente abbandonata nell'incertezza, invece di affermare l'ovvio, sarebbe stato gradito che aveste colto l'occasione per spiegare a che punto siate arrivati nel risolvere i disagi... se esiste una previsione di massima in cui torneremo a vedere le foto in maniera decente, se prevedete di rifondere chi è stato danneggiato dalle vostre scelte...
Attenti, non sto sottovalutando il vostro lavoro ne per quanto riguarda la soluzione dei disagi ne per quanto riguarda il progetto specifico... occupandomi di organizzazione in vari campi (da progetti scientifici a quelli fotografici) so bene quanto ci sia da fare in background ma proprio perchè questo lavoro è invisibile, al fine di non surriscaldare animi già parecchio irritati, vi consiglierei di lavorare sulla vostra strategia comunicativa che fin qui si è rivelata alquanto carente.
Una community non è costituita solo dagli amici dello staff! :)
Anch'io mi auguro che presto si possa tornare a parlare di progetti come Communis e di fotografia... ed al contempo mi auguro magari anche di poterlo fare tra persone e non con icone virtuali! ;)
1.073 Clics
mutantra

File PSD

1. Aprire "Risorse del Computer". In Windows XP, la relativa icona è presente sul desktop. In Windows Vista o Windows 7, è necessario accedere a questa tramite il "Computer" opzione nel menu di avvio.
2. Fare doppio clic su "C" drive, seguita da "Windows" all'interno della cartella. Individuare il temporaneo nella cartella di Photoshop, che avrà un aspetto simile a questo: "Photoshop6382948398 Temp." fare doppio clic sulla cartella quando si trova.
3. Individuare il file nella cartella temporanea che corrisponde al nome del file danneggiato. Fare doppio clic su di esso per aprirlo in Photoshop.
4. Fare clic su "Salva come" in "File" porzione della barra del menu principale. Salvarlo in una posizione diversa e sotto un altro nome.
5. Se non riesci a recuperare file psd, fanno uso https://photoshop.recoverytoolbox.com/it/ Recovery Toolbox for Photoshop
544 Clics
lucy franco

GIGI SOMMESE è il Fotografo del Mese di Aprile 2016

è il nostro Fotografo del Mese di Aprile 2016 è un amico, e un autore che da tempo qui con noi su Fotocommunity, abbiamo conosciuto e apprezzato come una presenza discreta e di qualità, versatile e creativa, sia quando sceglie il linguaggio del colore, sia quando usa il b/n più delicato o rigoroso.

Nelle sue parole in apertura allo spazio a lui dedicato ne ” I fotografi del mese” ci è testimone di una passione che viene da molto lontano

” Per me portare la macchina fotografica é come indossare un capo di abbigliamento, una cravatta, un paio di occhiali da sole, é come se volessi essere sempre pronto ad incontrare il momento, la situazione, ed essere „in ordine“ per l’occasione , il desiderio di osservare attraverso il mirino mi catapulta in un mondo magico diverso da quello reale anche se poi ciò che sto guardando é la pura realtá di cui in quel preciso istante sono pronto a cogliere l’essenza, a volte mi sento come un bambino che scopre mondi nuovi ogni volta anche se attraversati decine di volte.”


Il tutto si riversa nelle sue immagini: nella scelta del colore; nei diversi registri con i quali comporre visivamente una storia, un momento, una sensazione, un luogo; nella luce che riverbera di infiniti colori nei paesaggi; nella ricerca dell’ ineffabile equilibrio tra il bianco e nero dei suoi ritratti spontanei.

E’ in questo territorio magnifico e semplice che Gigi cerca ciò che deve essere realizzato, e ci riesce splendidamente, ne abbiamo conferma, sfogliando la sua gallery.

http://www.fotocommunity.it/temi/79-apr ... mese/20190
01.04.16, 13:55
è il nostro Fotografo del Mese di Aprile 2016 è un amico, e un autore che da tempo qui con noi su Fotocommunity, abbiamo conosciuto e apprezzato come una presenza discreta e di qualità, versatile e creativa, sia quando sceglie il linguaggio del colore, sia quando usa il b/n più delicato o rigoroso.

Nelle sue parole in apertura allo spazio a lui dedicato ne ” I fotografi del mese” ci è testimone di una passione che viene da molto lontano

” Per me portare la macchina fotografica é come indossare un capo di abbigliamento, una cravatta, un paio di occhiali da sole, é come se volessi essere sempre pronto ad incontrare il momento, la situazione, ed essere „in ordine“ per l’occasione , il desiderio di osservare attraverso il mirino mi catapulta in un mondo magico diverso da quello reale anche se poi ciò che sto guardando é la pura realtá di cui in quel preciso istante sono pronto a cogliere l’essenza, a volte mi sento come un bambino che scopre mondi nuovi ogni volta anche se attraversati decine di volte.”


Il tutto si riversa nelle sue immagini: nella scelta del colore; nei diversi registri con i quali comporre visivamente una storia, un momento, una sensazione, un luogo; nella luce che riverbera di infiniti colori nei paesaggi; nella ricerca dell’ ineffabile equilibrio tra il bianco e nero dei suoi ritratti spontanei.

E’ in questo territorio magnifico e semplice che Gigi cerca ciò che deve essere realizzato, e ci riesce splendidamente, ne abbiamo conferma, sfogliando la sua gallery.

http://www.fotocommunity.it/temi/79-apr ... mese/20190
503 Clics
lucy franco

"Sognando con il mare", la Mostra on line di Matteo Brescia

Il nostro amico presenta dieci scatti contraddistinti dalla unicità del soggetto: il mare. E di questo rapporto quasi simbiotico parla anche il titolo: SOGNANDO CON IL MARE.

La mostra on line che possiamo visitare nello spazio dedicato, qui su Fotocommunity, racconta di un amore per questa creatura viva e incessantemente in movimento, ripresa come in un confronto diretto, alter ego dell’Autore, posto sullo stesso piano di chi osserva.

Come leggiamo dalle parole che Matteo ha scritto nella sua presentazione:

“Il tipo di Panning utilizzato – tecnicamente anomalo – mi consente di raccontare l’esplorazione del profondo legame con questo formidabile Elemento, mediante effetti visivi ed evocativi dal retrogusto lievemente metafisico, oniricamente trasfiguranti, con una proiezione trascendente verso una dimensione aliena alle umane nozioni di Tempo e di Spazio.”

Un percorso da osservare e da cui lasciarsi catturare, ammirando la luce e i colori , coprotagonisti della Mostra.

http://www.fotocommunity.it/soggetti/ma ... scia/20180
319 Clics
lucy franco

Il ricordo di Paolo Zappa nella nuova Mostra on Line

…” Caro Paolo ti scrivo così ti ricordo un po’, e siccome sei tanto lontano più forte ti scriverò.

Un anno è passato e tu non ci sei più.

Da quando ci hai lasciato c’è una grande novità: l’anno vecchio è finito ormai e tu ci manchi più che mai…”

Vorrei scrivere tante cose ma non voglio cadere nella retorica, Paolo è stato un caro amico, un Maestro e un confidente cosa potrei scrivere di più?
Ho appesa in casa la foto locandina della nostra mostra, gli parlo ogni tanto (come faccio del resto con mio figlio Alessandro), era una persona ricca di qualità e di grande cultura. Fra le tante cose mi ha fatto conoscere Asimov con i suoi fantastici libri di fantascienza.
Mi parlava per ore di animali e delle loro abitudini, amava viaggiare e faceva immersioni subaquee, un anno alle Maldive, per la troppa confidenza, è stato morso ad un braccio da uno squalo. Era un biker e fino a pochi anni prima si divertiva con la sua moto.
Per me è stato un privilegio stargli accanto negli anni della malattia, è stato forte e ha sempre avuto una grande speranza.
Insieme ai suoi amici più cari di Milano e di Pavia abbiamo fatto piantumare una pianta nel Giardino del Ricordo al Parco Idroscalo, c’è una targa con il suo nome (è vicina a quella del mio Alessandro). Ci vado spesso e seguo la crescita stagione dopo stagione, in Primavera sarà tutta fiorita. Il 24 andrò certamente per un pensiero speciale.”



Queste le parole commosse che ha dedicato al suo, al nostro indimenticato amico
, nell’anniversario della sua scomparsa.

Fotocommunity dedica in questo giorno a Paolo una Mostra on line, con le sue immagini fiabesche, testimoni del suo ricchissimo universo interiore: mito e favola, attualità e immaginifico, mai senza una sottile e delicata vena umoristica, che ce lo rendeva ancora più caro….. tutto ciò si rappresenta e si ammira, fotografia dopo fotografia, nella Mostra on line, necessariamente non esaustiva della sua ricchissima gallery.

http://www.fotocommunity.it/soggetti/ri ... appa/20169
24.01.16, 12:50
…” Caro Paolo ti scrivo così ti ricordo un po’, e siccome sei tanto lontano più forte ti scriverò.

Un anno è passato e tu non ci sei più.

Da quando ci hai lasciato c’è una grande novità: l’anno vecchio è finito ormai e tu ci manchi più che mai…”

Vorrei scrivere tante cose ma non voglio cadere nella retorica, Paolo è stato un caro amico, un Maestro e un confidente cosa potrei scrivere di più?
Ho appesa in casa la foto locandina della nostra mostra, gli parlo ogni tanto (come faccio del resto con mio figlio Alessandro), era una persona ricca di qualità e di grande cultura. Fra le tante cose mi ha fatto conoscere Asimov con i suoi fantastici libri di fantascienza.
Mi parlava per ore di animali e delle loro abitudini, amava viaggiare e faceva immersioni subaquee, un anno alle Maldive, per la troppa confidenza, è stato morso ad un braccio da uno squalo. Era un biker e fino a pochi anni prima si divertiva con la sua moto.
Per me è stato un privilegio stargli accanto negli anni della malattia, è stato forte e ha sempre avuto una grande speranza.
Insieme ai suoi amici più cari di Milano e di Pavia abbiamo fatto piantumare una pianta nel Giardino del Ricordo al Parco Idroscalo, c’è una targa con il suo nome (è vicina a quella del mio Alessandro). Ci vado spesso e seguo la crescita stagione dopo stagione, in Primavera sarà tutta fiorita. Il 24 andrò certamente per un pensiero speciale.”



Queste le parole commosse che ha dedicato al suo, al nostro indimenticato amico
, nell’anniversario della sua scomparsa.

Fotocommunity dedica in questo giorno a Paolo una Mostra on line, con le sue immagini fiabesche, testimoni del suo ricchissimo universo interiore: mito e favola, attualità e immaginifico, mai senza una sottile e delicata vena umoristica, che ce lo rendeva ancora più caro….. tutto ciò si rappresenta e si ammira, fotografia dopo fotografia, nella Mostra on line, necessariamente non esaustiva della sua ricchissima gallery.

http://www.fotocommunity.it/soggetti/ri ... appa/20169
206 Clics
vers
le haut