GIORGIO MONTANI, LYSA ZAGO E ANN MARI CRIS ASCHIERI sono i vincitori della MINIGARA DI FEBBRAIO 2021

La MINIGARA DI FEBBRAIO con tema “Religione e fede” si è appena conclusa con la votazione degli amici che vi hanno partecipato. Il conteggio dei voti da parte del nostro curatore   ANGELO FACCHINI  coadiuvato dall’amico MAURIZIO MARTELLA ha decretato le foto vincitrici.

Le prime tre foto classificate verranno pubblicate in home. Il passaggio in home è previsto se le foto non ci sono mai andate per altri motivi (vedi, per esempio, la promozione in galleria).

Al primo posto “Gesti di speranza” di GIORGIO MONTANI un b/n che tratteggia una scena simbolica, con ombre morbide

Al secondo posto “Fede di …montagna”di LYSA ZAGO  composizione  chiara nel concetto, ma  allo stesso tempo intima, silenziosamente struggente, per i tanti dettagli che raccontano di una fede antica nei gesti.

Al terzo posto “Porta aperta” di  ANN MARI CRIS ASCHIERI immagine che il virato colloca in un  tempo passato, un  interno di un’antica chiesa che si apre ad una luce abbagliante, in una atmosfera di silenzio e attesa.

Complimenti ai nostri vincitori e a tutti i partecipanti.

 

 

“LA TRASMISSIONE E’ STATA INTERROTTA” di DANILO MASSI è il nuovo ingresso nella GALLERIA DELLO STAFF

“LA TRASMISSIONE E’ STATA INTERROTTA” di DANILO MASSI è il nuovo ingresso nella GALLERIA DELLO STAFF

“Lo spazio compreso nella inquadratura ha la facoltà di dilatarsi e diventare doppio, triplo, come un modulo che si allunga verso tutte le direzioni, facendosi largo tra ombra e luce. E la presenza umana che lo abita ha con esso un muto rapporto privilegiato, anche compositivamente, un dialogo che coinvolge gli oggetti, totem severi e misteriosi, in  un tempo che sembra già futuro, sullo sfondo di una straniante città oltre i vetri, sottilmente lontana, forse non più raggiungibile.”

Complimenti.

LA CITTA’ LIQUIDA di GAIA RAMPON è il nostro nuovo ingresso nella GALLERIA DELLO STAFF

LA GALLERIA DELLO STAFF ha un nuovo ingresso “La città liquida” di GAIA RAMPON

“Il contorno nero si percepisce come  una cornice naturale, di ombra provvidenziale, che concentra la luce nella zona centrale, tra colonne e pavimenti antichi. Il luogo è statico, disegnato dal b/n che abbozza lo spazio indugiando sui grigi. Ma la donna al centro crea con il movimento del suo cappotto, un dinamismo che è il soffio vitale che rompe il ritmo severo delle geometrie. Il passo accennato, il suo passaggio che immaginiamo già trascorso, è il vero, unico punctum dell’immagine.”

Complimenti!

ISABELLA BERTOLDO, LYSA ZAGO E ADRIANO PERANI sono i vincitori della MINIGARA di GENNAIO a tema “Fiori”

La MINIGARA DI GENNAIO con tema “Fiori” si è appena conclusa con la votazione degli amici che vi hanno partecipato. Il conteggio dei voti da parte del nostro curatore   ANGELO FACCHINI  coadiuvato dall’amico MAURIZIO MARTELLA ha decretato le foto vincitrici.

Le prime tre foto classificate verranno pubblicate in home. Il passaggio in home è previsto se le foto non ci sono mai andate per altri motivi (vedi, per esempio, la promozione in galleria).

Al primo posto “Fuochi artificiali naturali” di ISABELLA BERTOLDO una metafora piacevolissima, grazie a colori e forme vividi

Al secondo posto “Classic”  di LYSA ZAGO nitidissime trame versi e colori sfavillanti, contro uno sfondo che esalta entrambi

Al terzo posto “Natura e colori” di ADRIANO PERANI come in un caleidoscopio dai colori splendidi  che la natura ci offre.

Complimenti e tutti gli amici partecipanti e ai nostri tre vincitori!

“INCERTITUDE” di LAURA DADDABBO scelta tra le altre, per il lancio della call internazionale “Freedom  – Life after in the time of Coronavirus”

Roma Fotografia ha scelto, assieme a foto di altri autori  anche una  fotografia della nostra amica LAURA DADDABBO “Incertitude”, pubblicata  già da tempo su Fc,  per il lancio della nuova call internazionale Freedom  – Life after in the time of Coronavirus  organizzata da Roma Fotografia in collaborazione con IL FOTOGRAFO, TWM Factory, Bresciani Visual Art, Camera Service Centro Autorizzato Canon Roma e The Walkman Magazine, con il supporto del Festival della Fotografia Etica.

Il focus è esplorare il concetto di libertà e avviare una riflessione sul significato di questa parola, per capire in che modo i cambiamenti dovuti alla diffusione del Coronavirus abbiano stravolto percezioni e priorità, costringendoci a riconsiderare ciò che prima era semplice e scontato.

L’immagine della nostra Laura è la stessa presente negli articoli  delle riviste specializzate   IL FOTOGRAFO THE MAMMOTH REFLEX che  riprendono il lancio dell’evento.

Seguiamo con ammirazione il percorso di Laura, felici per i suoi meritati riconoscimenti.

ADRIANO PERANI, GIORGIO MONTANI E ANDY KAJA VINCONO LA MINIGARA DI DICEMBRE A TEMA “STAGIONI”

La MINIGARA DI DICEMBRE con tema “Stagioni” si è appena conclusa con la votazione degli amici che vi hanno partecipato. Il conteggio dei voti da parte del nostro curatore   ANGELO FACCHINI  coadiuvato dall’amico MAURIZIO MARTELLA ha decretato le foto vincitrici.

Le prime tre foto classificate verranno pubblicate in home. Il passaggio in home è previsto se le foto non ci sono mai andate per altri motivi (vedi, per esempio, la promozione in galleria).

Al primo posto la foto “Nebbie invernali” di ADRIANO PERANI  in cui ogni piccolo particolare contribuisce a fare un quadro dell’inverno, ammantato a tratti di nebbia, con  colori  smorzati dal bianco latte che libera qualche cromia per rivelare il paesaggio.

Al secondo posto “Novembre” di GIORGIO MONTANI con le sue foschie che nascondono ogni asperità del panorama in una splendida interpretazione della stagione fredda.

Al terzo posto “Falling – 1” di ANDY KAJA una preziosa visione, interpretazione delicata e intimista, come i colori sontuosi e leggeri, dalla resa serica.

Complimenti a tutti i partecipanti e ai nostri tre bravissimi vincitori!

FOTOCOMMUNITY È PIÙ CHE MAI ACCANTO A TUTTI I NOSTRI AMICI, PER UN ANNO CHE VERRÀ, SICURAMENTE MIGLIORE

E’ difficile scrivere di Auguri e di Festività, alla fine di un anno che è stato  dannato per tanti e poco generoso, ostile per tutti.

Allora bisogna guardarsi intorno e ridare il giusto valore a ciò che abbiamo, lasciando al futuro l’augurio di ottenere ciò che vorremmo.

Fotocommunity è più che mai accanto a tutti i nostri amici, per un anno che verrà, sicuramente migliore

 

@Gregorio Tommaseo

 

 

Tante novità per la GALLERIA dei nostri utenti, un procedimento più snello ed un voto più accessibile

La GALLERIA è il nostro luogo virtuale dove vengono  esposte le foto migliori così come votate dagli utenti di Fotocommunity e da pochissimo ha una veste tutta nuova, più intuitiva e descrittiva, e nello spazio dedicato alle votazioni è presente ogni novità, per snellire il voto.

Lo spazio dedicato alle votazioni si trova sempre cliccando la voce “più” nel menù orizzontale  di fotocommunity.

 

Ora l’accesso alle votazioni e alla Galleria è possibile anche direttamente attraverso le singole sezioni

 

Nel profilo di ogni utente  appare una  lista delle proprie  foto premiate 

– la galleria “foto popolari” può ora essere filtrata per categorie:

Sarà sempre più piacevole e facile votare!

 

DANILO MASSI presta le sue immagini ai versi di ILARIA PACELLI, per “L’ ALFABETO DEL BUIO” edizioni LIETO COLLE

Le EDIZIONI LIETO COLLE sono nostro partner dal 2014 per la pubblicazione di volumi di poesie, corredati da immagini dei nostri utenti. 

L’ultima collaborazione in ordine di tempo, edita da qualche giorno, è quella che vede il nostro amico DANILO MASSI firmare 21 foto per il volume di versi L’ ALFABETO DEL BUIO di ILARIA PACELLI

“Le fotografie di Danilo Massi, a questo proposito, sono una scelta allo stesso tempo felice e azzardata: forse fin troppo consone al dettato poetico, risvegliano però un supplemento di interrogazione, nella convivenza sia dell’una che dell’altra esperienza artistica”

“Le immagini costituiscono uno straordinario impianto, in costante e proficuo dialogo con la parola autoriale” (Augusto Pivanti)

Danilo Massi  è regista, attore e fotografo. Figlio del regista Stelvio Massi. Ha firmato nel 1979 il suo primo film da regista Ciao cialtroni!, candidato al Nastro d’Argento 1980 come opera prima. Lo stesso anno vince il primo premio al Festival di Giffoni nella rassegna collaterale I problemi dei giovani nella cinematografia contemporanea. Ben dieci anni più tardi ha girato il suo secondo lungometraggio Una notte chiara, e nel 1994 ha firmato come Daniel Stone il suo terzo film per il cinema: Il sesto giorno – La vendetta, un action movie distribuito per il mercato estero.

Su questo sito conosciamo e ammiriamo Danilo per la sua cifra fotografica, fatta di rigore formale che poco concede ad orpelli estranei al suo background culturale, di chiaro scuri affilati e palpitanti, di rimandi concettuali profondi.

Le 21 immagini presenti nel volume (qui di seguito un estratto) ne sono un ispirato esempio, splendide e eloquenti, nella loro affascinante interpretazione.

 

Complimenti!