Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

fotocommunity.it


Community Manager

"Non importa lo demas" di Rosario Puglisi

No Photoshop e colori naturali.
Dati di scatto: Nikon D200 + Nikkor 180 f 2,8.


di Rosario Puglisi

Commenti 23

  • Luigi Boeris 12/09/2009 1:50

    Chi è Rosario Puglisi ? profilo e foto mancanti
    complimenti!
  • Aldo Feroce 11/09/2009 12:30

    una bella storia Guglielmo ...davvero bella!!!
  • Guglielmo Rispoli 10/09/2009 22:57

    probabilmente oltre a tentare di fotografare e bene, io
    avrei ancora bisogno di sedermi e guardare.............
    ......................... magari in silenzio..................
    ............... tanti anni fa ero a Creta ed ho imparato questa lezione
    .....di fronte alle critiche durissime che avevo fatto a una serie di cartoline
    della spiaggia di Falassarna - peraltro bellissima -
    un vecchio signore greco mi venne vicino e scoprii che parlava bene l'italiano e quindi aveva capito che io avevo criticato i greci che vendevano queste foto della spiaggia con colori irreali della sabbia....
    Con le mani - piene di lavoro e di rughe - mi spiegava come il rapporto dei granelli di sabbia con l'altezza del sole e l'angolo dei raggi producesse riflessi visivi differenti che ovviamente macchine fotografiche e (allora) negativi registravano fedelmente.....
    Io andai via pieno di costernata umiliazione per il mio modo a dir poco incompetente di parlare di quelle cartoline e mi augurai di tornare presto........ a fare le foto
    (quella notte stessa avevo l'aereo di ritorno da Heraklion per l'Italia)
    ..... intanto non sono tornato ancora lì
    ......... intanto si è passato al digitale
    ............ intanto ricordo le mani di quel vecchio che orientava i raggi e motivava i colori bianchi, grigi, seppia, marrone scura, dorati della spiaggia in cartolina
    @@@@ grazie dell'attenzione
  • Marco Bembo 09/09/2009 23:17

    Facevo foto così, dalle mie parti, in Toscana, già negli anni 80 e a volte avevo risultati molto simili a questi, anche allora, con la pellicola... dunque tendo a pensare che Farina non abbia torto, in quanto tutti sanno benissimo che in fotografia il colore è sempre un'opinione. A quei tempi era quella dei progettisti di emulsioni sensibili, oggi quella dei maghi di hardware e software, senza dimenticare quella, di opinione, dei fabbricanti di ottiche. Dunque tendo a essere con Farina, quando dice che, se non altro, oggi possiamo provare a inseguire (ma solo inseguire, mai raggiungere) la realtà con il post.
    La foto comunque è molto buona.
  • Carlo Atzori 09/09/2009 12:42

    Una cosa è certa, a questo punto la foto in esame diventa quasi secondaria, quì è diventato un trattato ad altissimi e bassissimi livelli sulla luce e sulla fotografia, questo non può che fare bene ad FC ed alla fotografia, ognuno nella propria trincea, ognuno con le proprie esperienze e le proprie convinzioni, tutti con la consapevolezza che la fotografia è sopratutto LUCE, con i propri gradi KELVIN (variando la temperatura dei gradi Kelvin (della luce) si possono avere delle immagini più calde o più fredde) e con le proprie sfumature, ma di una cosa sono certo, interpretando a modo proprio la realtà che ci circonda riusciamo a dare emozioni, qualsiasi mezzo adoperiamo per farlo è il risultato finale quello che conta, in questa lunghissima discussione, molto molto interessante, ne è venuto fuori che esistono due fazioni distinte, quelle che affermano che l'uso di photo shop può essere determinante e quello che afferma che per far diventare una foto abbstanza realistica di deve evitare di usare PHOTO SHOP in modo invasivo.
    Grazie a tutti voi perchè qauesto è lo spirito giusto, discutere e affermare le prorpie convizioni senve a conoscere più opinioni, che rimarranno distanti e separate, ma son oentrambe valide. Viva Agorà, a questo punto.
  • manuel parisi 09/09/2009 11:36

    E' chiaro che all'imbrunire i colori cambiano. Lo sanno anche i bambini. Di notte il colore non esiste, senza una luce bianca che lo illumini. Ed è ovvio che dal giorno alla notte di passa per il crepuscolo, dove i colori si trasformano, da caldi a freddi. in questa bellissima foto si vedono chiaramente le zone colpite dal sole, giustamente verdi, tendenti forse al caldo, e le zone al buio che tendono a un blu più freddo. Anche il mare la sera cambia il suo colore e ci sono sere in cui assume un colore particolare, grazie a nuvole, rifrazione del sole, effetto gas nel atmosfera ecc.. Quindi non mi stupirei più di tanto.
    Poi che i colori nel digitale siano una cosa a parte, d'accordissimo. Basterebbe usare il bilanciamento del bianco! Ma ciò non esclude che questa foto possa avere dei colori vicini alla realtà di come si percepiva a occhio nudo. C'è da aggiungere anche che, il colore di un determinato soggetto(che possono essere colline, una casa, una montagna), più ci allontaniamo, più diventa freddo e grigio. Già la pittura, secoli fa, aveva studiato questo fenomeno per dare più profondità nelle rappresentazioni paesaggistiche.
  • Alessandro Pighini 09/09/2009 10:06

    Prima di tutto la foto (la protagonista del giochino :-)))) ). Per me è un grande scatto il gioco di chiari/scuri è molto bello e sicuramente 'arricchito' dal dolce ondulare delle colline. Passo oltre non volendo assolutamente entrare in giri di polemiche da bar (sterili e inutili come la zanzara tigre)...solo per fare due chiacchiere in tranquillità! Franco se non ricordo male anche stampando da pellicola alla fine i 'colori' naturali si perdono...sviluppo, tipo di pellicola, tipo di carta ecc. ecc. avevano un peso non da poco sul risultato finale (mi ricordo i verdi della velvia...che paragonati a quelli della Agfa ct100 che usavo erano come paragonare me e il papa a preghiere)....quindi alla fine colevo chiederti....ma è 'lecito' parlare in fotografia di colori 'veri'?...ribadisco ragazzi...solo pèer fare du chiacchiere come si fosse davanti a un caffè e perdonatemi se ho detto s...ate:-))))))
  • Aldo Feroce 09/09/2009 10:01

    Non capisco Franco davvero il tuo discorso sul raw e sul Jpeg
    di fatto abbiamo due file diversi
    uno grezzo e l'altro compresso
    se facciamo la stessa fotografia usando prima l'impostazione raw e poi l'altra andando ad aprire i due file e mettendoli vicini vedremo che non saranno uguali.
    il file raw possiede molte + informazione e finqui ci siamo-
    parlare di manipolazione è altra cosa .....si dice questo quando in post si fa un tipo di intervento invasivo.
    questo lo dovresti sapere.
    altra cosa ,quella della luce.
    esiste davvero una luce V Franco.............la mia fotografia con quelle striate blu sul verde non sono frutto della mia creativita'.....avrei potuto fare di + aprirla di piu' esasperare maggiormente i colori,,,,,,,,,la luce era pochissima eppure era quello che ho visto.
    sicuro che tra un caffe' e una gita sul posto oltre a fare belle foto tu possa ricrederti su certe cose che secondo il mio punto di vista hai dato troppo per scontato frutto della post produzione
  • Maricla Martiradonna 08/09/2009 20:14

    Fotografia di Aldo Feroce, scattata in Raw:
    Foto di Aldo Feroce
    Foto di Aldo Feroce
    Maricla Martiradonna
  • Maricla Martiradonna 06/09/2009 22:12

    RISPOSTA DELL'AUTORE A FRANCO FARINA:

    "Egregio Sig Franco Farina,
    di tutto quello che ha scritto concordo solo su un fatto: non frequentando questo sito pur essendo iscritto non avevo il diritto di postarla ma ho ceduto solo alle insistenze di un amico comune. Fatta questa premessa le dico che primo, io scatto "solo" in raw quindi ha perso la prima scommessa. Secondo le consiglierei di leggere qualche testo sulle proprietà della luce nelle varie ore del giorno, credo che lo troverebbe interessante e sicuramente istruttivo. L'amico in comune, che mi conosce, sa quanto poco usi il digitale e quanto usi soprattutto il negativo B&W e sa perchè non uso il colore? semplicemente perchè il "colore è una opinione" ed anche perchè lo ritengo lontano dalle mie modeste velleità di fotografo della domenica. Potrei inviarle una scansione di una diapositiva e farle vedere che esiste, in determinati posti e determinate condizioni atmosferiche, la cosiddetta "luce blu" che dura molto poco e premia solo chi ha la pazienza di attendere il momento opportuno. Certo se si vuole scattare a mezzogiorno non credo che ci sia la possibiltà di vederla.
    Detto questo, levo il disturbo ed ognuno continua per la sua strada tranquillamente.
    Un cordiale ringraziamento allo staff che ha gentilmente ospitato una mia foto e agli altri utenti che non si sono sentiti degli "imbecilli" nell'esprimere il loro parere, positivo o negativo che sia".
  • Alessandro Rovelli 05/09/2009 19:24

    Ho fatto un mucchio di foto in Toscana del genere e ci ho pure vissuto ma colori simili non ne ho mai visti...chissenefrega....la foto è ottima, anzi di lusso...credere di interpretare il bilanciamento del bianco alternativamente alla fotocamera è una pretesa che lascio ai progettisti di software...tant'è che nelle fotocamere è prevista la funzione di bilanciamento in loco...
    Nel digitale basta spostare la mira di qualche grado e tutta la temperatura dei gradi Kelvin può cambiare....
    Ripeto...chissenefrega....
    Grande Taglio, ottima definizione...gran gusto...Complimenti...
  • Aldo Feroce 05/09/2009 19:15

    non sono daccordo Franco su quello che dici!!
    Se non avessi io di persona fatto delle foto in Toscana in certi orari non avrei mai pensato!!1
    Eppure credimi i colori della terra con il sole in un certo modo si trasformano.
    Capisco la tua perplessita' visto che sei un amante del colore
    ti inviero' personalmente una mia foto per farti vede' quanto è vero quello che stiamo dicendo.
    L'autore/ce spieghera' spero quello che ha fatto
  • fabrizio bertini 03/09/2009 19:51

    che spettacolo++++++++++++++++++++++
    ciao fabrizio
  • Carlo Atzori 03/09/2009 19:45

    Splendido esempio di come si può fare ottima fotografia seza dove interferire con il lavoro di post, la natura protagonista, con i colori, i chiaro scuri e l'attimo del giorno e la luice che formano e disegnano i contorni...splendida, senza onmbra di dubbio una foto che sarà un siccesso anche per la galleria, ha il futuro segnato.
    Complimenti e tanto di cappello all'autore-autrice.
  • Guglielmo Rispoli 03/09/2009 19:39

    l'ho guardata ed ho esclamato
    IMPRESSIONANTE
    il movimento implicito della Natura che ha sagomato le colline
    il caldo movimento della Luce che accarezza i profili
    i colori che si spalmano giocando con i granelli di luce e di ombre creando mille effetti di finto movimento
    uno scenario che spinge sempre a guardare, guardare, guardare
    una foto d.o.c.
    complimenti davvero, tecnica, emozione, intelligenza nella sapiente attesa e nel giusto dosaggio della luce