Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

fotocommunity.it


Community Manager

Commenti 28

  • nito guerra 09/07/2009 2:35

    que bella foto. la comunicación por imágenes va más alla de la lengua. el italiano se entiende un poco para los que hablamos español, pero la imagen dice más que 1000 palabras. felicidades
  • marina menin 28/02/2009 18:23

    avevo ragione...,artista carismatico,bravo,bravo...
  • Moreno..Brandi 26/01/2009 18:49

    Biagio veramente un lavoro di grande ricerca, lavorare sulla materia è sempre un realizzare qualcosa di indefinito, solo i più creativi riescono a farne immagini interessanti.
    Fotografare il nulla e renderlo opera d'arte, non è facile, perciò ti faccio i miei complimenti per questa bella Mostra.
    Moreno
  • judith Dunn 02/07/2008 4:00

    Biagio.... This is so interesting and well done! I love your originality... Bravo.. Judi D.
  • salvadori claudia 01/07/2008 0:55

    la conoscenza dei legnetti permette di creare il fuoco nelle condizioni piu' difficili e trovarne nutrimento. è cosi' trasformata la vecchia esistenza in una nuova vita, col fuoco sono induriti vari materiali e ridotti in cenere altri. il quadro sembra compiuto..ma non sara' mai finito..
    claudia
  • Giuliano Lussu 24/06/2008 23:09

    Molto interessante.
    Un lavoro accurato e preciso. Buon uso della luce, un crescendo di immagini con lo stesso "filo" logico ma non ripetitive. Ottima la scelta della sequenza di immagini.
    Congratulazioni.
    Ciao
    G.
  • Vincenzo Galluccio 21/06/2008 20:06

    E' come guardare la Terra dalla Luna, dal basso verso l'alto, dalla fine verso l'inizio, dalla Storia alla Poesia, dalla donna all'uomo , dalle parole alle foto che mi suscitano questi pensieri in libertà, come se la materia si fosse aperta, quindi trasformata, ed avesse liberato l'anima, ovvero il senso del sé qui ed ora.
    Omaggio riuscitissimo attraverso un insieme di fotografie eleganti.Complimenti.
    Vincenzo
  • Alessandro Rovelli 21/06/2008 17:17

    E bravo Bodha che ci "astrai" dal classico clichè fotografico per farci concentrare su forme e toni ...Lontane anni luce dai tuoi scatti cromatici, queste immagini mi sono piaciute per l'omogeinità complessiva ma soprattutto per la differenti forme di ognuna, frutto della tua ricerca....una varietà che pur legata, è il caso di dire a un filo, mi è sembrata di gran qualità e gusto....Ciao!
  • Alberto Valente 20/06/2008 22:17

    Complimenti, per le immagini ''pulite'' ma soprattutto per quanto hai voluto comunicare.
    Bravissimo!!. Alberto.
  • Gigix 19/06/2008 21:18

    Molto bella Bodha!Beh,hai fuso scultura con fotografia...Complimenti!!!
  • Antonella Scimone 19/06/2008 17:12

    Complimenti Biagio, davvero originale e ben fatta!
  • Carlo Pollaci 19/06/2008 16:35

    Idea fotografica molto originale, interpretata con una serie di scatti sorprendenti per le trame materiche delineate da uno degli elementi primordiali della natura: il fuoco.
    Sinceri complimenti.
  • Jürgen Cron 19/06/2008 15:31

    Una grande idea con le texture, purtroppo, ho avuto non solo aveva capito e tradotto a me.


    Saluti, Jürgen ..
  • Marco Lascialfari 19/06/2008 6:34

    Qualcosa di assolutamente originale che rispecchia molto il nostro presente, scatti unici che rendono prezioso un lavoro molto ben curato e eseguito nel migliore dei modi.......complimenti Biagio, davvero complimenti.
    Con stima
    Marco
  • Maria Luisa Runti 19/06/2008 0:59

    Questa serie di scatti emana un grande, forte fascino. Lo sguardo si sofferma dapprima sui materiali “diversi”: il legno, il metallo arrugginito, la gomma che fanno da cornice e da “culla” alle trame reticolate, ai fili che sfuggono e si attorcigliano su loro stessi. Quasi la distruzione dell’Arca di Noè, cui sopravvivono secolari barbe, velli di pecora… in un continuo divenire. Lievi sfumature cromatiche (molto bello il delicato indaco ed il rosa-ruggine, quasi pastello) rendono viva la massa e lasciano intravedere altre forme. I piccoli e grandi fori si trasformano in occhi, muti testimoni di un qualcosa che si è consumato per dar vita ad altro esistere. Legno e fibre in un amalgama indissolubile sino alla prossima mutazione. Forme squarciate eppur compatte dove l’ottimo contrasto e le luci ne esaltano il dinamismo compositivo. Una mostra che finalmente esce dalle righe del consueto e lascia il segno)))
  • biagio donati 19/06/2008 0:09

    @ donata...
    hai finito la tua frase con una domanda... che necessita di risposta:
    fotografo ciò che è...
    sciogli il tuo dubbio...
    non è brace... ma ruggine..
    si tratta di bruciature vecchie nel tempo..
    non c'è niente di acceso.. le trame sono lavorate dalle intemperie...in più bagnate dalla pioggia che cadeva mentre le riprendevo.....
    non è importante la barca bruciata.. ma ciò che da essa emana.. ciò che si riesce a leggere..
    tanti occhi si sono posati su questo oggetto... ma solo questi hanno saputo cogliere questo...
    Dho, ti ricorderai della frase zen:
    non guardare il dito che indica la luna ma guarda la luna...
    grazie della visita...
    un bacio
    :-))
    Bodha
  • Donata Casiraghi 18/06/2008 20:38

    Come si trovasse nel “day after” della sua conclusa fase storica, la carcassa di un’imbarcazione ha attratto l’attenzione di Biagio per il suo nuovo racconto.

    L’autore indugia nelle trame del materiale incenerito, ne rivela i dettagli più nascosti, si infiltra fra il groviglio di sottili filamenti ricomponendo in armoniche inquadrature l’insieme di dettagli materici, delicati come punti sottili di un ricamo intrecciato.
    Evocazione di un respiro residuo? Desiderio di una nuova realtà modellata dal silenzio?
    La materia più essenziale – o meglio, ciò che resta dopo una avvenuta smaterializzazione – diviene la “regina” protagonista della rappresentazione.
    Riscoprendo l’anima di un manufatto (forse in passato variopinto, laccato, ammirato… esibito!), Biagio pare voler restituire una nuova forma di vita a ciò che pare un “rottame”.
    Mi rimane un interrogativo (onestamente dico che ho atteso ad esprimere le mie personali impressioni proprio per il non aver saputo sciogliere un dubbio): la brace ancora viva in quell’unico scatto (foto n° 5), minima come dimensioni, ma incandescente come un cuore ancora pulsante… che cosa può rappresentare?
  • Oleandro Zannini 18/06/2008 18:34

    Facendo un omaggio al grande Burri, Biagio Donati
    (Bodha) ha dato vita ad una sua mostra fotografica, molto personale, piena di fascino, ricca di notevoli
    evoluzioni della materia, dove nulla si crea o si distrugge
    ma continuamente si trasforma.
    Ha impiegato la fotocamera come fosse un pennello per
    creare nuove trame, anche se già presenti nel materico e senza tralasciare di cogliere sprazzi di pixel/colore in
    quell'informe b&n volutamente dilagante.
    Certo l'Arte di Bodha spazia per luoghi a noi ancora
    misteriosi e vergini ma permette comunque di essere
    raccolta e interpretata liberamente a seconda di cosa
    l'occhio del visitatore vi vuol cogliere, per poi essere
    goduta in tutte le sue sfaccettature e sfumature.
    Bodha ci regala una metrica nuova per come interpretare l'Arte fotografica impiegando, oltre alla sua immensa fantasia, anche mezzi d'avanguardia pur rispettando i canoni tecnici ed estetici della tradizionalità.
    Nel panorama dei suoi scatti fino a giungere a quelli
    dell'odierna mostra si evince una costante ricerca, mai
    stanca e mai sazia, in evoluzione continua tesa a
    raggiungere nuove mete, senza mai sostare a ripensare
    sul lavoro già fatto....perchè già nuovi traguardi si profilano all'orizzonte.
    Il mio non vuol essere un commento alla sola mostra,
    perchè sarebbe riduttivo, ma necessariamente un
    commento esteso a tutto l'arco fotografico di Biagio Donati perchè ne è la naturale evoluzione "dell'idea", sfociante poi nell'attuale bellissima mostra.
    I miei complimenti a Bodha e per la sua Arte, oggi
    fotografica digitalizzata ma in evoluzione costante.....
    Oleandro
  • elena zanella 18/06/2008 18:03

    visitata tutta questa meravigliosa galleria. complimenti. da un materiale povero hai tratto dei capolavori
  • Luisa Masala 18/06/2008 11:27

    Mostra molto originale e interessante ! Bravo Biagio :-) ciao Luisa
  • Fabio Fazzari e Mara Ramella 18/06/2008 11:27

    Complimenti sinceri. Una mostra molto originale, realizzata con creatività e tecnica di alto livello. Sottolineiamo con un applauso virtuale le nostre parole e quelle dei nostri predecessori.
    Mara & Fabio
  • Bergfee 18/06/2008 9:29

    Complimenti per idea !
    Ciao, Eva :)
  • Carlo Schicchio 18/06/2008 0:08

    Complimenti Biagio per la tua Mostra idea straordinaria originalissima...insolita veramente personale grande osservazione dei particolari realizzata in modo ottimo dettaglio e nitidezza perfetta fa piacere
  • Jean Exiga 17/06/2008 23:41

    Complimenti per quel lavoro originale : mi piaciono molto i motivi informali !!

    Jean
  • Giulietta Luise - Giuly 17/06/2008 19:42

    ti faccio i complimenti caro Biagio... da "ignorante" in materia di combustioni e sapendone ben poco dell'artista a cui ti sei ispirato, devo dire che le tue foto hanno evidenziato che tutto si trasforma, cambia, si consuma sotto la forza del fuoco... un ottimo lavoro, originale e molto professionale...