Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

Fiorellino azzurro

Da una ricerca sul web ho scoperto:

nome:
Anagallis foemina Miller
(=A. coerulea Schreber., A.arvensis subsp. foemina (Miller) Schinz et Thellung, A. arvensis subsp. coerulea Hartmann)

Centonchio azzurro, Centocchio azzurro.

Forma biologica: T rept. Terofite reptanti. Piante annue con fusti striscianti sul terreno.

Descrizione: pianta erbacea annuale, glabra, con fusto quadrangolare prostrato- ascendente, molto ramificato lungo fino 30 cm.
Foglie sessili, glabre, da ovali a lanceolate( 0,7x 2,5) opposte, talvolta verticillate, ad apice appuntito.
Fiori singoli sorretti da peduncoli da 1-1,5 cm situati all’ascelle delle foglie superiori
Corolla formata da 5 petali (pentameri) di un bleu-violaceo, porpora al centro, violetta sotto, con lobi lunghi 4-6 mm. e larghi 2-3,5 mm., che non si sovrappongono, denticolati all’estremità, e muniti di piccole ciglia glandolose al margine ( visibili con lente).
Calice formato da lacinie acuminate.
Frutti capsula globosa, circumscissile all’apice, contenente una ventina di minuscoli semi.

Antesi: aprile – settembre

Tipo corologico: Steno-Medit. Divenuta subcosmopolita. Specie con areale limitato alle coste mediterranee.

Distribuzione in Italia: abbastanza comune su tutto il territorio.
Il genere Anagallis comprende ca. 60 specie, considerando tutto il globo. La maggior parte gravitano nell’area mediterranea, considerando anche il Nord Africa. La Sardegna risulta la regione italiana che rappresenta quasi tutte le specie di questo genere.

Habitat: incolti, garighe, su terreni secchi, sui margini di strade di campagna.
__________________________________________________________

Etimologia: il nome “Anagallis” deriva dal greco = ridere, poiché nell’antichità si credeva che l‘uso di questa pianta producesse effetti esilaranti, foemima dal latino femmina.


Proprietà ed Utilizzi: questa primulacea ha proprietà diuretiche, diaforetiche ed espettoranti del catarro bronchiale. Per uso esterno è impiegata come cicatrizzante e per alleviare pruriti causati da dermatiti. E’ stata usata per combattere l’epilessia e problemi mentali, ma ci sono poche testimonianze sulla sua validità. I principi attivi sono tossine, cucurbitacine ed altri alcaloidi che danneggiano le cellule. Essendo una pianta tossica, richiede un’azione detossicante prima dell’impiego e per la sua potenziale tossicità non è tenuta in considerazione nel campo terapeutico odierno

Curiosità: è una pianta che viene rifiutata dai mammiferi erbivori, ma molto appetibile invece alle galline.
_____________________________________________________________

Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche sono indicate a mero scopo informativo e devono essere prescritte e seguite dal medico

Commenti 8

  • Alvise Dorigo 17/05/2008 18:54

    Gran bella immagine...
    Alvise
  • Clio Moretti 29/04/2008 22:15

    veramente molto bella...
  • Simona Milani 21/04/2008 14:31


    Ciao Roberto,
    Molto bella e ricercata!
    Simpaticissima l'intrusa formica che passeggia beata sui petali!
    Il tutto rende questo scatto particolarmente interessante!
    Affettuosamente ti saluto
    Sissy
  • Fermino Carancini 21/04/2008 10:34

    Dimenticavo... riguardo a tutto lo scritto lo leggo con calma stasera...
    Mamma mia che descrizione........!!!
    Ciao Roberto.
  • Fermino Carancini 21/04/2008 10:33

    Pi piace moltissimo...!!
    Sfondo sfuocato e nitidissimo il soggetto.........!!
    Direi solo -- scatto perfetto --
    Complimenti Roberto.
  • Bondino Dany 20/04/2008 13:34

    ++++++++++++++++++++
  • xp 20/04/2008 11:59

    bellissima, complimenti, una bellissima composizione
  • PIERO BOZZONI 20/04/2008 10:15

    molto bella bravo ciao