Questo sito usa cookie per offrire una serie di funzionalità, per personalizzare eventuali inserimenti pubblicitari e per analizzare gli accessi. Usando il sito di fotocommunity dai il tuo consenso all'utilizzo dei cookie. Ulteriori informazioni  OK

Cosa c'è di nuovo?

Claudio Micheli


World Membro, Trento

El Sod 1 - Riposo

Ad El Sod ho scattato la prima foto che ho messo su FC e per la quale ho ricevuto il mio primo commento da parte di Eva, una ragazza Svizzera, che nutre un grande amore per l’Africa.

El Sod - Colori
El Sod - Colori
Claudio Micheli


Ma non è questo che rende El Sod relativamente famoso!…si tratta di un villaggio, collocato attorno alla cresta di un cratere vulcanico nel sud dell’Etiopia, in territorio Borana.
Noti per i ‘pozzi cantanti’, i Borana sono abili allevatori, che, per ovviare ai lunghi periodi di siccità, hanno realizzato dei pozzi profondi, dai quali l’acqua viene riportata in superficie manualmente, utilizzando dei secchi. I secchi vengono passati di mano in mano da una catena di lavoratori che intonano canti, forse per alleviare il duro lavoro (da ciò deriva il termine di pozzi cantanti).
Questi pozzi non sono ‘operativi’ nella stagione piovosa, che è quella in cui mi sono trovato lì.

Tornando ad El Sod….in fondo al cratere c’è un lago salato, dalle cui acque viene estratto un sale molto rinomato.
Il lavoro viene svolto manualmente. Con dei bastoni viene portata a galla una fanghiglia nera, trascinata poi a riva mediante l’uso di bacinelle e poi trasportata in paese con l’aiuto degli asini.
Nella stagione calda, quando l’aria nel cratere è praticamente irrespirabile, il lavoro di estrazione viene svolto solo nelle prime ore dopo l’alba e la sera verso il tramonto.
Le conseguenze per i lavoratori sono piuttosto pesanti, ulcerazioni ai piedi, alle mani, e, nei casi meno fortunati, una precoce cecità.

Commenti 52