Tutorial di fotografia. Nostri e esterni.
Discussione Ultimo messaggio Riposte / Clic
Alessandro Scaparro

TUTORIAL N°10 . -LE FUNZIONI DI PRIORITA' - I consigli del

le troviamo sulle nostre macchine fotografiche Digitali settate come PASM dove P è programma M è manuale e A ed S sono le due priorià di cui ora vi parlerò.

Priorità di apertura (A)


Serve perloappunto a dare la priorità all'apertura quindi viene lasciata al fotografo la scelta del diaframma; intanto la nostra macchina fotografica digitale calcola il tempo di esposizione più adatto per lo scatto che stiamo per eseguire. L'apertura controllata è la profondità di campo e determina la luce che entra nell'obiettivo raggiungendo il sensore. La massima apertura è F2.8 diminuirà la profondità di campo che ci permetterà però di avere un soggetto perfettamente a fuoco su uno sfondo sfuocato che permette al soggetto fotografato di porsi in risalto; questa tecnica è molto usata nei ritratti .

Metto i miei soliti punti per spiegare al meglio :

1)L'apertura grande
Con l'apertura grande si ha una minore profondità di campo (con un valore F basso) .
2)Al contrario quindi una piccola apertura ci darà una grande profondità di campo con F alto.



Priorità dei tempi di posa (S)


La priorità del tempo di posa funziona esattamente all'opposto della priorità di apertura, lasciandoci la scelta del famoso tempo di posa mentre la camera calcola la corrispondente apertura del diaframma. In questo modo possiamo scegliere se bloccare un soggetto in movimento oppure ottenere un soggetto sfocato con la scia. cambiando il tempo l'immagine avrà una minore o maggiore profondità di campo in funzione dell'apertura adottata dalla camera e da noi scelta.L'utilizzo più frequente è per gli scatti sportivi (mentre ricordiamo che la priorità di apertura era per i ritratti) o comunque oggetti, soggetti in movimento . Ci servirà molta luce per questa priorità di tempi di posa perchè i tempi veloci richiedono logicamente delle aperture assai ampie per far sì che entri più luce possibile e nel minor tempo.


LINK AI MIEI VECCHI TUTORIAL

tutorial 1 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... &i=96&t=96
tutorial 2 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... &i=99&t=99
tutorial 3 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =102&t=102
tutorial 4 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =236&t=236
tutorial 5 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =242&t=242
tutorial 6 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =259&t=259
tutorial 7 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =260&t=260
tutorial 8 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =283&t=283
tutorial 9 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =299&t=299


Merhaba

Alex il turco
29.08.07, 14:57
le troviamo sulle nostre macchine fotografiche Digitali settate come PASM dove P è programma M è manuale e A ed S sono le due priorià di cui ora vi parlerò.

Priorità di apertura (A)


Serve perloappunto a dare la priorità all'apertura quindi viene lasciata al fotografo la scelta del diaframma; intanto la nostra macchina fotografica digitale calcola il tempo di esposizione più adatto per lo scatto che stiamo per eseguire. L'apertura controllata è la profondità di campo e determina la luce che entra nell'obiettivo raggiungendo il sensore. La massima apertura è F2.8 diminuirà la profondità di campo che ci permetterà però di avere un soggetto perfettamente a fuoco su uno sfondo sfuocato che permette al soggetto fotografato di porsi in risalto; questa tecnica è molto usata nei ritratti .

Metto i miei soliti punti per spiegare al meglio :

1)L'apertura grande
Con l'apertura grande si ha una minore profondità di campo (con un valore F basso) .
2)Al contrario quindi una piccola apertura ci darà una grande profondità di campo con F alto.



Priorità dei tempi di posa (S)


La priorità del tempo di posa funziona esattamente all'opposto della priorità di apertura, lasciandoci la scelta del famoso tempo di posa mentre la camera calcola la corrispondente apertura del diaframma. In questo modo possiamo scegliere se bloccare un soggetto in movimento oppure ottenere un soggetto sfocato con la scia. cambiando il tempo l'immagine avrà una minore o maggiore profondità di campo in funzione dell'apertura adottata dalla camera e da noi scelta.L'utilizzo più frequente è per gli scatti sportivi (mentre ricordiamo che la priorità di apertura era per i ritratti) o comunque oggetti, soggetti in movimento . Ci servirà molta luce per questa priorità di tempi di posa perchè i tempi veloci richiedono logicamente delle aperture assai ampie per far sì che entri più luce possibile e nel minor tempo.


LINK AI MIEI VECCHI TUTORIAL

tutorial 1 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... &i=96&t=96
tutorial 2 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... &i=99&t=99
tutorial 3 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =102&t=102
tutorial 4 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =236&t=236
tutorial 5 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =242&t=242
tutorial 6 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =259&t=259
tutorial 7 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =260&t=260
tutorial 8 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =283&t=283
tutorial 9 : http://www.fotocommunity.it/forum/read. ... =299&t=299


Merhaba

Alex il turco
123 Clics
Alessandro Scaparro

TUTORIAL N°9. -COME RECUPERARE FOTO SOTTOESPOSTE - I consig

Se in una fotografia, che sia scattata su rullino o in digitale, abbiamo come risultato un lavoro sottoesposto ma con almeno dei punti luce evidenti (ne bastano pochi ma devono esserci) possiamo migliorare il risultato seguendo i miei soliti punti.

Usando Photoshop :

1 > Aggiungiamo un livello di regolazione alla nostra fotografia (Livello/Nuovo livello di regolazione/livello).


2 > Sulla finestra con lo spettro di luce inserite 7 / 2,37 / 231 come livelli di input . Livelli di output 0 / 230 .


3 > Andando sul livello di regolazione creato (punti uno e due )clicchiamo Aggiungi Maschera di livello a selezione .
Ora pitturiamo di nero i punti più luminosi in modo tale da migliorare quello che prima abbiamo quasi sovraesposto .

4 > Con lo strumento scherma puliamo le zone troppo scure per rendere tutto omogeneo ed il gioco è fatto.


Il livello di regolazione, come tutti i livelli, è eliminabile, pertanto si puà facilmente tornare al lavoro originale cliccando sulla finestra dei livelli sul nuovo livello con il destro del mouse ed andando su "elimina" .



Spero di essere stato utile ancora una volta .


Peace

Merhaba

Alex il turco



Messaggio Modificato (27-08-07 10:01)
124 Clics
Leopoldo Civolani

Effetto puzzle

:-)
22.08.07, 12:00
:-)
146 Clics
Alessandro Scaparro

TUTORIAL N°8 . VEICOLI IN MOVIMENTO - I consigli del turco -

Eccoci con il tutorial numero 8!
Poniamo che abbiamo fotografato per esempio ad una mostra una macchina o una moto ferme e vogliamo far si che sia in corsa, come facciamo?
innanzitutto cambiamo lo sfondo se il veicolo è stato preso tipo su una pedana o comunque con uno sfondo non appropriato ad un veicolo in movimento.
Una volta cambiato lo sfondo (se non lo sapete fare chiedetemi qui come si fa, è molto semplice) con uno più appropriato come un circuito o una strada particolare basta seguire i miei soliti punti :

1> Il veicolo, mettiamo sia un'auto, è stato fotografato da fermo ergo ha i contorni ben definiti, usando lo strumento "Magnetic Lasso Tool", tracciamo una selezione dell'intera macchina. Non importa essere precisi al millimentro, basta che non ci siano troppe sbafature nella selezione dopodichè andiamo al punto due.


2>Ora copiamo l'auto su un nuovo livello (layer), quindi copiamo ed incolliamo CTRL+C e poi CTRL+V .


3>Sul primo livello (non quello del veicolo) applichiamo il filtro Motion Blur. Filter/Blur/Motion Blur, con "angolo" a 0 gradi e "Distanza" pari a 35 pixel.


4>Torniamo sul livello principale, quello che contiene solo il veicolo. Con lo strumento per la selezione circolare, selezioniamo l'interno della ruota anteriore .

5>Arrivati a questo punto applichiamo Filter/Blur/Radial Blur con le impostazioni :
Amount 30
Blur Method Spin
Quality Best
Applichiamo lo stesso filtro per la ruota posteriore.
(CTRL+D per eliminare la selezione ).

6>Per una definizione migliore, sul livello del veicolo applichiamo di nuovo il filtro Motion Blur, ma questa volta con una distanza di 5 - 8 pixel sempre a 0 gradi.

Il gioco è fatto!
21.08.07, 07:48
Eccoci con il tutorial numero 8!
Poniamo che abbiamo fotografato per esempio ad una mostra una macchina o una moto ferme e vogliamo far si che sia in corsa, come facciamo?
innanzitutto cambiamo lo sfondo se il veicolo è stato preso tipo su una pedana o comunque con uno sfondo non appropriato ad un veicolo in movimento.
Una volta cambiato lo sfondo (se non lo sapete fare chiedetemi qui come si fa, è molto semplice) con uno più appropriato come un circuito o una strada particolare basta seguire i miei soliti punti :

1> Il veicolo, mettiamo sia un'auto, è stato fotografato da fermo ergo ha i contorni ben definiti, usando lo strumento "Magnetic Lasso Tool", tracciamo una selezione dell'intera macchina. Non importa essere precisi al millimentro, basta che non ci siano troppe sbafature nella selezione dopodichè andiamo al punto due.


2>Ora copiamo l'auto su un nuovo livello (layer), quindi copiamo ed incolliamo CTRL+C e poi CTRL+V .


3>Sul primo livello (non quello del veicolo) applichiamo il filtro Motion Blur. Filter/Blur/Motion Blur, con "angolo" a 0 gradi e "Distanza" pari a 35 pixel.


4>Torniamo sul livello principale, quello che contiene solo il veicolo. Con lo strumento per la selezione circolare, selezioniamo l'interno della ruota anteriore .

5>Arrivati a questo punto applichiamo Filter/Blur/Radial Blur con le impostazioni :
Amount 30
Blur Method Spin
Quality Best
Applichiamo lo stesso filtro per la ruota posteriore.
(CTRL+D per eliminare la selezione ).

6>Per una definizione migliore, sul livello del veicolo applichiamo di nuovo il filtro Motion Blur, ma questa volta con una distanza di 5 - 8 pixel sempre a 0 gradi.

Il gioco è fatto!
114 Clics
Massimo Porracchio

Sfumature con 2 foto

Ti risponderò con un breve tutorial...
11.08.07, 16:00
Ti risponderò con un breve tutorial...
106 Clics
Alessandro Colella

Ridimensionare Le immagini

oh porca....questa mi mancava...
30.07.07, 12:46
oh porca....questa mi mancava...
475 Clics
Utente cancellato

TUTORIAL: come si crea un'azione in PS

E' semplice, PS ha una palette che si chiama AZIONI, nella quale sono presenti una serie di azioni predefinite, preinstallate con il programma.

Le azioni sono una sorta di script, che racchiudono una serie di comandi; in pratica se dobbiamo eseguire una serie di operazioni ripetitive, possiamo utilizzare le azioni, che ci faranno risparmiare tempo.

Oltre le azioni predefinite è possibile creare nuove azioni; qui di seguito spiegherò come creare un'azione per ridimensionare delle immagini.

Per crearla procedere così:

1) nella palette azioni cliccare sul pulsante "crea nuova azione"
2) come nome daremo "ridimensionamento" o quello che vogliamo, e come set impostiamo "azioni predefinite" (default)

3) Da questo momento in poi tutto ciò che faremo all'interno di photoshop sarà registrato nell'azione fino alla pressione del tasto stop.

N.B.
non abbiate paura di fare le cose con calma, il tempo non conta, nè conta ad esempio l'aver cliccato il menù+ file al posto di "modifica", quello che conta sono i comandi conclusivi, come ad esempio l'aver cliccato "selezione" -> "tutto" per errore.

Nel nostro caso i passi da seguire dopo aver iniziato la registrazione sono:
1) File -> Apri(apriremo uno dei file da ridimensionare che preventivamente avremo avuto cura di sistemare tutti in una cartella)
2) Immagine -> Dimensione immagine, dove daremo le dimensioni che ci interessano

3)File -> salva con nome; salveremo il nuovo file in una cartella diversa, vuota, che creeremo preventivamente.

4) File -> chiudi

5) pulsante STOP nella palette azioni.

A questo punto l'azione è creata, adesso la dobbiamo applicare a 20, 30, o 1000 foto? Bene, procediamo così:

1) File -> Automatizza -> Batch

2) nella finestra che appare imposteremo i vari dati
- ESEGUI -> Azioni predefinite
- AZIONE -> RIdimensionamento
- SORGENTE -> Cartella; e sceglieremo la
cartella dove ci
sono tutte le foto da ridimensionare
- poi spuntiamo tutte le caselle che ci sono
(ignora comandi azione "apri" e le altre,
tutte!
- DESTINAZIONE -> Cartella; sceglieremo la
cartella vuota preventivamente creata,
oltre a spuntare la casella "ignora comandi
azione "salva con nome"
- DENOMINAZIONE FILE -> Nome file +
estensione, con numero seriale a partire da
uno.

3) Diamo OK

PS comincerà a ridimensionare tutte le foto, quando avrà terminato, se tutto è stato fatto bene, nella cartella vuota preventivamente creata e che avevamo scelto come destinazione, ci saranno tutte le foto ridimensionate.

N.B.
nel procedimento che ho illustrato, ho detto di spuntare tutte le caselle che ci sono nella finestra batch; questo perchè nel creare l'azione abbiamo registrato anche i comandi apri, chiudi, salva con nome (specificando anche la cartella) ecc. E' evidente che non registrando queste operazioni, queste non verranno eseguite dall'azione la quale, dopo aver ridimensionato l'immagine, non salverà nulla se noi avremo spuntato la casella.

Morale: Spuntare la casella solo se il relativo comando è stato registrato nell'azione :-)



Messaggio Modificato (29-07-07 15:46)
29.07.07, 14:44
E' semplice, PS ha una palette che si chiama AZIONI, nella quale sono presenti una serie di azioni predefinite, preinstallate con il programma.

Le azioni sono una sorta di script, che racchiudono una serie di comandi; in pratica se dobbiamo eseguire una serie di operazioni ripetitive, possiamo utilizzare le azioni, che ci faranno risparmiare tempo.

Oltre le azioni predefinite è possibile creare nuove azioni; qui di seguito spiegherò come creare un'azione per ridimensionare delle immagini.

Per crearla procedere così:

1) nella palette azioni cliccare sul pulsante "crea nuova azione"
2) come nome daremo "ridimensionamento" o quello che vogliamo, e come set impostiamo "azioni predefinite" (default)

3) Da questo momento in poi tutto ciò che faremo all'interno di photoshop sarà registrato nell'azione fino alla pressione del tasto stop.

N.B.
non abbiate paura di fare le cose con calma, il tempo non conta, nè conta ad esempio l'aver cliccato il menù+ file al posto di "modifica", quello che conta sono i comandi conclusivi, come ad esempio l'aver cliccato "selezione" -> "tutto" per errore.

Nel nostro caso i passi da seguire dopo aver iniziato la registrazione sono:
1) File -> Apri(apriremo uno dei file da ridimensionare che preventivamente avremo avuto cura di sistemare tutti in una cartella)
2) Immagine -> Dimensione immagine, dove daremo le dimensioni che ci interessano

3)File -> salva con nome; salveremo il nuovo file in una cartella diversa, vuota, che creeremo preventivamente.

4) File -> chiudi

5) pulsante STOP nella palette azioni.

A questo punto l'azione è creata, adesso la dobbiamo applicare a 20, 30, o 1000 foto? Bene, procediamo così:

1) File -> Automatizza -> Batch

2) nella finestra che appare imposteremo i vari dati
- ESEGUI -> Azioni predefinite
- AZIONE -> RIdimensionamento
- SORGENTE -> Cartella; e sceglieremo la
cartella dove ci
sono tutte le foto da ridimensionare
- poi spuntiamo tutte le caselle che ci sono
(ignora comandi azione "apri" e le altre,
tutte!
- DESTINAZIONE -> Cartella; sceglieremo la
cartella vuota preventivamente creata,
oltre a spuntare la casella "ignora comandi
azione "salva con nome"
- DENOMINAZIONE FILE -> Nome file +
estensione, con numero seriale a partire da
uno.

3) Diamo OK

PS comincerà a ridimensionare tutte le foto, quando avrà terminato, se tutto è stato fatto bene, nella cartella vuota preventivamente creata e che avevamo scelto come destinazione, ci saranno tutte le foto ridimensionate.

N.B.
nel procedimento che ho illustrato, ho detto di spuntare tutte le caselle che ci sono nella finestra batch; questo perchè nel creare l'azione abbiamo registrato anche i comandi apri, chiudi, salva con nome (specificando anche la cartella) ecc. E' evidente che non registrando queste operazioni, queste non verranno eseguite dall'azione la quale, dopo aver ridimensionato l'immagine, non salverà nulla se noi avremo spuntato la casella.

Morale: Spuntare la casella solo se il relativo comando è stato registrato nell'azione :-)



Messaggio Modificato (29-07-07 15:46)
77 Clics
Alessandro Scaparro

TUTORIAL N°5 . PANORAMICA per scansioni con photoshop - I c

Un piccolo consiglio dal vostro turco preferito ;) per dei piccoli ritocchi digitali alle vostre foto che avete scansionato...
Vale in primis se volete dare una panoramica particolare a degli scatti urbani o dei panorami.
Iniziamo :

seguite passo passo i comandi da eseguire,

passo 1 > FILE OPEN - APRITE LA PRIMA IMMAGINE DA ATTACCARE ALLA ALTRE (dovrete avere dei multiscatti fatti come dicevo prima ad esempio ad un paesaggio seguendo una prospettiva diversa che la macchina fotografica non può sempre dare)

passo 2 > eseguite FILE - AUTOMATIZZA - PHOTOMERGE

passo 3 > Dal popup della finestra che si è appena aperta fate SFOGLIA e selezionate dalla cartella browse le restanti scansioni di immagini e premete OK .
Ora verrà visualizzata un'anteprima delle immagini in merge.

passo 4 >
Attivate "PROSPETTIVA" Se le foto sono in prospettiva.
NORMALE nel secondo caso .
premete OK E le jeux son fait...
Alla fine di questo in molti casi bisognerà solo fare piccoli ritocchi finali per aggiustare al meglio luci e piccole parti unite.
134 Clics
vers
le haut