... Aldo Feroce

<12>
Partecipa nella discussione! Registrati gratuitamente!
Registrati gratuitamente
Noi trattiamo i tuoi dati con la massima cura!
Annunci Google Annunci Google
Utente cancellato Utente cancellato Messaggio 16 di 23
0 x grazie
Link
ciao Aldo ... io non intendevo dire con le mie parole che tu fai foto drammatiche ma che i tuoi soggetti visti in un certo modo all'occhio di un osservatore più attento al ciò che appare o forse meno attento al ciò che è della fotografia interpretano i tuoi scatti come scene di un dramma altrui che è acutizzato dal del tuo modo di fare fotografia. avevo scritto infatti " presunto tale".
Il tuo modo di comporre l'immagine soprattutto quando in essa sono contenute persone è sempre molto studiata ed attenta , molto " composta" è la tua composizione per questo parlavo di teatralità intendendo che nelle tue immagini urbane il contesto diventa scenografia e chi è ritratto è l'attore. Dal mio punto di vista condivido molto questo modo di fotografare in quanto cartina di tornasole di una attenzione al mezzo ed al suo uso
paolo pasquino paolo pasquino Messaggio 17 di 23
0 x grazie
Link
Aldo, sei uno fra quelli che ho più studiato da quando sono qui in fc. i complimenti sono d'obbligo.
come Luca, sono affascinato del tuo fare fotografia spesso concluso nella contingenza che usi come metro nelle tue foto.. quasi a rendere il soggetto inseparabile dal vissuto che poni ora in quinta, ora in fuga prospettica o in sfondo.
il soggetto quando è decentrato, è domato, razionalizzato e visto in richiamo, con l'unità compositiva pensata, di un'autonomia smantellata dall'ideologia della 'unicità'. sembra che il ripreso rinunci ai propri impulsi e si adatti al principio della realtà nel piacere della conservazione del proprio essere.
la domanda è:
ritieni ci possa essere identificazione in esso?
Aldo Feroce Aldo Feroce Messaggio 18 di 23
0 x grazie
Link
Messaggio Modificato (17:55)
Aldo Feroce Aldo Feroce Messaggio 19 di 23
0 x grazie
Link
certo avevo compreso,grazie



Messaggio Modificato (17:56)
Aldo Feroce Aldo Feroce Messaggio 20 di 23
0 x grazie
Link
Paolo ho intuito che il soggetto si adatta alla mia presenza.....forse è davvero importante quello che dici, si ha sempre l'idea di essere invasivi,a volte vorrei avere una mini camera per non mostrarla, quando lo faccio allora il soggetto si sente anchesso a suo agio
Vincenzo Caniparoli Vincenzo Caniparoli Messaggio 21 di 23
0 x grazie
Link
Sei un punto di riferimento.
Tanti complimenti Aldo!
salvatore trupiano salvatore trupiano Messaggio 22 di 23
0 x grazie
Link
ti ho conosciuto per pochi minuti ma è stato come ti conoscessi da sempre per la tua gentilezza e umiltà
sei grande,come fotografo e come uomo
ilmondodieLIOT ilmondodieLIOT   Messaggio 23 di 23
0 x grazie
Link
Ho riletto l'intervista ad Aldo due volte a distanza di tempo e devo dire che la commozione è la stessa, non mi era mai capitato di commuovermi così tanto nel leggere la vita di qualcuno che conosco pochissimo se non attraverso le sue immagini. Di questa persona ammiro i suoi tanti racconti fotografici, ogni immagine potrebbe scaturire mille poesie, dolcemente toccante l'incontro con il poeta Trejo. Ricordo di avere incontrato fotograficamente Aldo Feroce appena entrata, la sua foto Monsone mi è rimsta dentro da subito, difficile dimenticare il viso bagnato di quel bambino fuori dell'auto. Sono andata a ripescarmi il commento e ripeto non cambierei neanche una virgola di quanto detto in quel momento, nemmeno dopo aver letto la serie di commenti inutili suscitati dalla galleria:

"Tocca profondamente questa foto
semplicemente mi fa piangere ecco...

mi permetto di dire che queste foto mi ricordano Mauro

conosco poco tutti qui
ma le foto quando ti passano accanto e ti restano dentro e non vanno via per giorni e giorni
credo siano solo foto dei grandi
di chi crede nella fotografia
profondamente
come Aldo, grazie".

Mi ha sempre interessato il ritratto dell'umanità e scoprirlo attraverso gli occhi di un fotografo è stata una cosa meravigliosa. Molti dei suoi ritratti sono notevoli dove la realtà nella sua crudezza viene raccontata con un linguaggio che diventa universale dal momento che scopri anche solamente gli occhi di un bambino.
Si potrebbe benissimo parlare che la tua fotografia tocca per colori e luce alcuni dipinti del Caravaggio.

Grazie Aldo perchè la tua fotografia è:
cultura
conoscenza
vita
geografia dell'essere;

per me nessuna domanda, solo una, i tuoi progetti futuri quali sono?
Hai mai pensato ad un libro o lo hai già pubblicato?
Un caro abbraccio con stima e ammirazione infinita.
Annunci Google Annunci Google
Annunci Google Annunci Google
Annunci Google Annunci Google
Partecipa nella discussione! Registrati gratuitamente!
Registrati gratuitamente
Noi trattiamo i tuoi dati con la massima cura!
vers
le haut