Un nuovo ingresso nella GALLERIA DELLO STAFF: “Wings” di SALVATORE GEBBIA

La GALLERIA DELLO STAFF registra un nuovo ingresso: la foto “Wings” di SALVATORE GEBBIA

L’inquadratura leggermente bassa mette in risalto i colori delicati del muro, che riempie l’intera inquadratura, e le sue imperfezioni. L’identificazione del luogo è demandata unicamente alla didascalia, e lo stesso titolo pone l’accento su qualcosa di traslato, non presente nel suo significato letterale nella composizione. 
Allora la lettura si sposta necessariamente su un senso metaforico dell’immagine, sulla narrazione concentrata sul corpo dell’uomo, e sui suoi dettagli, che compongono i capitoli di questa storia. 
La postura, il corpo disteso e di spalle , trasmette un senso di non presenza di una esatta identità, ma racconta di una situazione di tanti, di un abbandono che non è (solo) riposo, ma forse fuga stessa, attraverso il sonno, da una realtà sventurata, attraverso “ali” che sporgono dalla schiena magra, scapole aguzze inadatte al volo vero.
Nel sonno  potrebbero dispiegarsi, e portare lontano, proprio come fanno i sogni. 
Sappiamo che non è e non sarà così, ma la  potenza dell’immagine ci permette di trovare, come nelle  pieghe scalfite del muro, un varco di inattesa, struggente poesia.

Complimenti all’amico Salvatore!

Un pensiero su “Un nuovo ingresso nella GALLERIA DELLO STAFF: “Wings” di SALVATORE GEBBIA

Register now or log in to write comments.

  1. Grazie di cuore per aver letto e raccontato questo scatto.