Ormai al via la mostra collettiva “I RIFLESSI DELL’ ANIMA- un viaggio tra parole e immagini” dal 15 Giugno al 13 Luglio a PALAZZO MAESTRI, SELVAZZANO DENTRO ( PD)

18 fotografi hanno partecipato al progetto “I RIFLESSI DELL’ ANIMA – un viaggio tra parole e immagini” che tra pochissimi giorni, dal15 Giugno al 13 Luglio 2019 sarà esposto al Palazzo Eugenio Maestri a Selvazzano Dentro (PD)

Il progetto nasce da una idea di ALESSANDRA DI SIBIO, FABRIZIO CARON, IVANO MERCANZIN, TANIA PIAZZA.

L’idea portante è racchiusa nella presentazione al progetto fotografico:

Affrontiamo spesso, anche in modo scientifico, il legame tra corpo e mente. Sondiamo i fondamenti del loro dialogare costante. Analizziamo il nesso tra la loro relazione e ogni azione volontaria e involontaria dell’esistenza.

Ma dimentichiamo spesso il terzo protagonista di questo dialogo. Quell ’elemento irrazionale capace di influenzare con forza le azioni umane. Dimentichiamo l’anima.

Raramente ci chiediamo cosa significhi essere anima. Una domanda che apre il baratro dell’incertezza e lascia un sapore di incompletezza.

Ciascuno è chiamato a fare storia sulla terra. Ciascuno si sente chiamato alla responsabilità e all’ attenzione per gli altri, per il futuro del mondo e dell’universo intero. Questa è l’anima che cerchiamo. La componente spirituale che orientala coscienza umana al rispetto di sé stessi e del suo modo di stare sulla terra.

Non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te è il vero grido di salvezza. È un’invocazione che nasce da quell’ anima universale che vogliamo svelare con questo progetto.

L’anima che rivela la sua bellezza nella semplicità. Che illumina con intuizioni radiose i momenti bui. Che ispira la vita. Che libera corpo e mente.

Lo scopo del progetto fotografico è ambizioso:riuscire a cogliere l’anima della vita nella sua apertura verso il mondo everso tutte le sue creature. E offrirne l’immagine a quegli occhi che ancora non riescono a vederla.

“Così oggi ti ho prestato i miei occhi. Per farti vedere ciò che amo guardare, questo scorcio meraviglioso. E dagli occhi, se si imbocca la via giusta, si arriva più in basso in quel luogo chiamato “anima” che conosce pochi avventori e che per questo si conserva pressoché intatto nel tempo. Ecco, ti ho portato lì, e ne hai visto i colori”

Tania Piazza

Complimenti a tutti gli Autori e agli organizzatori.

Register now or log in to write comments.